82
La Juventus sorride, Gonzalo Higuain è tornato. Dopo le buone prestazioni delle ultime giornate, ieri sera è arrivata la conferma definitiva: nel big match contro il Milan, il Pipita è stato il vero trascinatore della squadra di Massimiliano Allegri, con due gol da urlo che hanno annientato i rossoneri. Una doppietta che ha scacciato le tante critiche arrivate in questo inizio di stagione e anche una maledizione, quella di Gigio Donnarumma, a cui l'attaccante argentino non aveva mai segnato.

LA BENEDIZIONE DI BUFFON - Gol quindi, ma non solo. Perché nella serata di San Siro del Pipita c'è molto di più. Corse a tutto campo, recuperi da terzino, "alla Mandzukic", e un aiuto costante ai compagni nei momenti di difficoltà. Uno spirito completamente nuovo, per un Higuain mai visto così, con gli occhi della tigre. A notare questo atteggiamento era stato Gigi Buffon, che dopo la larga ma sofferta vittoria sull'Udinese di domenica scorsa: "Mi è piaciuto molto Higuain, ho detto ad Allegri di preparare un video con la partita di Gonzalo e di farla vedere a tutta la squadra durante la settimana, 24 ore al giorno, per tutta Vinovo". E - non a caso - nel prepartita, all'intervallo e al novantesimo, il centravanti argentino è andato a cercare e abbracciare proprio il portierone bianconero.

DA RECORD COME IBRA - Con le due reti segnate ieri, Higuain è salito a 101 gol in Serie A che, uniti ai 107 segnati in Liga, gli hanno permesso di raggiungere Zlatan Ibrahimovic nella speciale classifica dei marcatori da oltre 100 reti in due dei cinque grandi campionati europei (oltre a Serie A e Liga, Premier League, Ligue 1 e Bundesliga). Il gigante svedese, che in Italia ne ha realizzati 122 tra Juventus, Inter e Milan, è arrivato anche a 113 reti in Francia con la maglia del Paris Saint-Germain: solo loro due, negli ultimi 20 anni, hanno raggiunto questo traguardo. Numeri da storia, numeri da record: Higuain è tornato, ora vuole prendersi tutto.

@marcodemi90