270
Cristiano Ronaldo non sa perdere. Non accetta la sconfitta nelle partitelle d'allenamento, figurarsi in una gara ufficiale e importante come il posticipo di domenica sera a Napoli. In campo era tarantolato e ha spronato più volte i compagni di squadra. Sempre secondo Tuttosport, negli spogliatoi dopo la partita lo descrivono con sguardi fiammeggianti e di pessimo umore.

Dopo un anno e mezzo di Juventus l'attaccante portoghese sta iniziando a esserne uno dei leader o almeno un trascinatore: lo rispettano tutti. I bianconeri ripartono anche dalla frustata di Cristiano, dal suo orgoglio ferito e dalla sua rabbia fumante. La classifica resta confortante e la squadra sembra aver capito la lezione: quella del Napoli e quella di Ronaldo.