293
L'infortunio di Arthur accelera il mercato della Juventus. Il centrocampista brasiliano  ha deciso di operarsi per risolvere una volta per tutte il problema legato alla calcificazione ossea alla tibia, in seguito a un'attesa che non ha dato gli esiti sperati. La scelta della società e del calciatore ricade immediatamente sugli uomini mercato bianconeri, con Cherubini consapevole di dover sveltire alcune mosse propedeutiche al rafforzamento della squadra nel reparto mediano, quello per la verità apparso più in difficoltà nel corso della scorsa stagione, ulteriormente deteriorato dalla perdita dell'ex Barcellona, che dovrà stare fuori per due mesi circa.

CONTATTO NELLE PROSSIME 24/48 ORE PER CHIUDERE LOCATELLI - Una ragione in più per non farsi sfuggire Manuel Locatelli e chiudere al più presto e in maniera definitiva la trattativa. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, nelle prossime ore ci sarà un ulteriore contatto con il Sassuolo: non di persona ma a distanza, visto che l'ad neroverde Carnevali è in questo momento in ritiro con gli uomini allenati da Alessio Dionisi. Un'accelerata, forse quella decisiva:  la Juve presenterà un'offerta ufficiale nel giro delle prossime 24/48 ore, dopo il vertice di venerdì scorso tra i dirigenti e Massimiliano Allegri. 

I 40 MILIONI E L'AFFARE 'ALLA CHIESA' - L'obiettivo è trovare una quadra e arrivare ai 40 milioni richiesti dagli emiliani, con l'inserimento di contropartite e bonus, ma forti dell'assenso totale del calciatore, tifoso bianconero sin da bambino. Il nodo è il medesimo: il Sassuolo vorrebbe che la Juve lo acquistasse in questa sessione di mercato,, mentre alla Continassa vorrebbero diluire la spesa con un "acquisto differito" sul modello di quanto fatto con Chiesa, ovvero prestito oneroso con diritto di riscatto che diventa obbligo a condizioni prestabilite, il cui verificarsi è talmente sicuro da garantire il passaggio a titolo definitivo.        
LA SCELTA SUL SECONDO CENTROCAMPISTA - Locatelli, dunque. E poi? Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, non sarà l'infortunio di Arthur a riformulare la strategia di mercato dei torinesi. Lo stop, duraturo ma non eccessivo, non rimescola le carte, ovvero non sarà la mancanza del brasiliano a portare in dote un ulteriore centrocampista come rinforzo. I nomi di altri interpreti del ruolo potranno tornare in auge solo qualora la Juve riuscisse a cedere uno tra i sacrificabili: l'ex Barcellona ma anche Aaron Ramsey e Federico Bernardeschi. Ma al momento la priorità diventa la chiusura di Locatelli, al più presto possibile. 

@AleDigio89