377
La conferenza stampa di Max Allegri non arriva solo alla vigilia del match con il Monza o due giorni dopo la sconfitta con il Benfica, ma anche o soprattutto a poche ore dalle dichiarazioni rilasciate a Mario Sconcerti sul Corriere della Sera.

REAZIONE - "Più che reazione bisogna avere grande rispetto del Monza, che in casa ha giocato sempre buone partite e arriva dal primo punto in serie A. Dobbiamo mettere molta attenzione nelle situazioni che abbiamo sbagliato, i sei gol che abbiamo subito nelle ultime tre partite erano tutte a difesa schierata"

JUVE VIRTUALE - "Per quanto riguarda quanto scritto stamani, visto che con Mario ho un ottimo rapporto, era una chiacchierata dopo quattro anni che non lo sentivo e poi è stata messa giù come un'intervista. La Juve che pensavamo per gli infortuni non si può schierare, non era necessario che lo mettesse già Sconcerti. Sugli infortuni abbiamo avuto rispetto all'anno scorso o infortuni muscolari contro 10, giocando partite di più, noi mettiamo sempre in discussione il nostro lavoro e sicuramente abbiamo sbagliato, chi è che non sbaglia? Io sono il primo, che sbaglia più degli altri. Serve lucidità, se avessimo vinto col Benfica cosa si sarebbe detto? Io avrei detto che comunque avremmo dovuto migliorare alcune cose. Siamo in ritardo di 4 punti in campionato, in Champions abbiamo perso col Benfica, in questo momento si vede tutto negativo, intanto pensiamo a chiudere bene domani e dopo la sosta recupereremo 3-4 giocatori. Creiamo i presupposti per andare a Lisbona a giocarci una finale, l'anno scorso abbiamo avuto problemi ai flessori e quest'anno agli adduttori, non c'è dubbio sul fatto che lo staff alla Continassa lavori bene"

SISTEMA - "Per dare continuità a un sistema di gioco, bisogna avere i giocatori. Non è un problema di sistema di gioco, dobbiamo andare a limitare quelli che sono i problemi, prendiamo troppi gol troppo facilmente. A Parigi l'ho subito detto, a volte sembra che le cose son solo io a vederle, allora mi metto in discussione"

INFORTUNI - "Sicuramente non saranno convocati nemmeno Alex Sandro, Rabiot e Locatelli. Abbiamo un po' di ragazzotti bravi, c'è Szczesny ma gioca Perin. Domani Di Maria rientrerà, dobbiamo valutare se fare giocare Kean o Kostic".
ERRORI - "Avrò sbagliato cambi, formazioni, preparazione...avrò sbagliato tante cose"

MOMENTO - "Una cosa di cui sono sicuro, c'è sempre un'opportunità di miglioramento nei momenti negativi, io la vedo anche se vinciamo. Il punto è vedere problematiche anche quando vinciamo. Non si parla dei problemi, c'è solo da fare, la squadra sta bene. Contro il Benfica avevamo reagito bene dopo l'1-1, poi abbiamo perso un contrasto... Ora siamo qui e giustamente le cose vanno male, poi tra venti minuti magari le cose saranno diverse. Più ci piangiamo addosso e peggio è, i risultati ti danno tranquillità"

ESONERATO - "Mi mancava la voce dell'esonero, è una mancanza che sentivo e mi ha fatto piacere. Perché? Perché come c'è un mezzo risultato, Allegri è in discussione, mi diverte questa cosa. Dimissioni? Parlo italiano, sono andato a scuola poco ma ho cercato di migliorare l'italiano, sono fiducioso di quello che stiamo facendo e quello che si farà. I risultati giudicano il lavoro mio e di tutto lo staff, è normale. Con la società ci sentiamo spesso, devo sempre spiegazioni, bisogna solamente pensare a fare perché possiamo solo migliorare"

AUTO ASSOLUZIONE - "Se mi autoassolvo? Io sono responsabile. Però hai letto male quello che ha scritto Sconcerti e non sto a sindacare perché non serve a niente. Ho mai avuto tutti i giocatori a disposizione? No. La squadra sta facendo bene? Sì, nelle condizioni in cui si trova. Se vinci sei un bravo ragazzo, se perdi... . Se ci avessero dato il nostro, saremmo in una posizione diversa in campionato anche se non vi va giù, non voglio di più ma il nostro"



Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN con 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva ora il tuo abbonamento.