Il Real Madrid ha appena annunciato il ritorno di Zinedine Zidane. Che quindi esce nonostante il ruolo di favorito numero uno dalla corsa per l'eredità eventuale della panchina di Max Allegri. Il tecnico bianconero intanto presenta così la supersfida di domani sera con l'Atletico Madrid, caricando la Juve per una rimonta storica.

PARTITA - "Domani abbiamo possibilità di ribaltare il risultato. Dobbiamo essere bravi a capire i momenti della partita"

DOUGLAS COSTA - "L'unica cosa che cambia è che invece di Douglas Costa in panchina viene Nicolussi Caviglia. Era una forzatura, oggi ha risentito fastidio, ci poteva essere bisogno di lui venti minuti...paradossalmente meglio oggi di domani"

DYBALA - "Non so se gioca o se parte in panchina, devo ancora scegliere"

SIMEONE - "Dalla sua parte parlano i risultati. In dieci anni ha vinto tre Europa League e perso due finali di Champions. L'Atletico Madrid è una delle squadre più forti d'Europa degli ultimi dieci anni"

FUTURO - "Parlare del futuro non ha senso, non so nemmeno più cosa rispondere. L'importante è fare grande partita domani, da dopodomani penseremo ad altro"

ANDATA - "Unico errore commesso è stato secondo me che dopo la traversa abbiamo pensato che avessimo scampato il pericolo e lì ci siamo rilassati. Basta vedere le palle inattive, nel primo tempo non l'hanno mai acchiappata, le ultime invece ci ha visto finire per terra in tre. Domani servirà anche aiuto del pubblico"

RONALDO - "Dare qualcosa in più significa dare tutti quello che siamo capaci di dare, senza fermarci alle difficoltà per 95 minuti e se non basteranno arriveremo al 120'. Tutti devono dare il 100%, il 110% non esiste, dobbiamo uscire senza rimpianti. Il vantaggio di avere Ronaldo è che è un giocatore che ha segnato tanto e giocato tante partite del genere. Può segnare domani perché si esalta in queste partite, ha segnato solo un gol perché ne ha saltate praticamente due"

DIFESA A TRE - "Anche a Madrid abbiamo giocato a tre con De Sciglio, non cambia niente. Dobbiamo verticalizzare molto"

DIFESA ATLETICO - "Non subiscono gol da cinque partite, magari è un buon segnale, siamo molto fiduciosi. Dobbiamo essere molto spensierati, per giocare in modo diverso da come abbiamo giocato a Madrid"

CACERES - "E' un giocatore straordinario, la sua carriera è stata fermata da vari infortuni avuti ma è un elemento di assoluto rendimento"

SPINAZZOLA - "E' cresciuto molto, ora sta bene, è un possibile titolare e domani deciderò. Vero, non ha giocato in Champions, ma in queste partite uno che abbia incoscienza ci vuole e lui magari è uno di quelli".