61

A due giorni dalla sconfitta di Bergamo e in piena bufera Super League, arriva la conferenza stampa di Andrea Pirlo per presentare Juventus-Parma. Questi i temi principali toccati dal tecnico bianconero.

TURNOVER - "La squadra sta abbastanza bene, stiamo ancora recuperando dalla gara di domenica perché abbiamo speso tanto con l'Atalanta e fortunatamente abbiamo ancora oggi e domani. Ho in testa alcune rotazioni, non ne cambierò tanti"

DISTRAZIONI - "Non ci sono fattori di rischio per noi, siamo proiettati al presente e quindi al Parma, gara fondamentale anche in vista della sconfitta con l'Atalanta. Sappiamo che il Parma non sta attraversando un bellissimo momento, ma ha giocato bene anche senza risultati"

SUPER LEAGUE - "Siamo concentrati, il presente per noi è la qualificazione in Champions. Oggi è venuto il presidente a parlarci di questo, sappiamo che è in prima linea per questa cosa ma dobbiamo restare focalizzati. Non sono io la persona più adatta a parlarne, c'è il presidente in prima linea per organizzarla. E' solo un progetto iniziale, siamo fiduciosi perché abbiamo un presidente molto all'avanguardia che può spiegare meglio in cosa consiste ed è giusto che sia lui a fare questo"

RONALDO E GLI ALTRI - "Ci sarà Ronaldo, ci sarà Buffon e credo che ci sarà anche Dybala. Sono contento della sua prestazione con l'Atalanta"

ATALANTA - "La squadra era delusa dopo la partita ma fiduciosa perché sapeva di aver fatto una buona gara. In questi anni l'Atalanta ha spesso schiacciato gli avversari, noi invece abbiamo fatto una buona partita. Eravamo arrabbiati perché volevamo almeno un punto"

CHIESA - "Ha un problema muscolare da valutare, è un giocatore importante però siamo sempre scesi in campo nonostante le assenze. Non ci sarà lui ma un altro, non ci sono problemi"

AGNELLI - "Non l'ho sentito lontano, perché lo vediamo quasi tutti i giorni e si è sempre dimostrato vicino alla squadra, poi lo sento dopo le partite anche quando giochiamo in trasferta. Due o tre volte a settimana passa. Ci ha spiegato cos'è questo progetto, non nei particolari ma in grandi linee, ci ha dato fiducia ma ci ha anche detto che la Champions è da guadagnare sul campo. La squadra ha recepito questa cosa come è giusto che venga recepita, il calcio va avanti ma il presente si chiama Parma"

ARTHUR​-MORATA - "Stanno bene, magari Morata è un po' stanco, Arthur un po' rammaricato perché non è entrato al meglio. E' un giocatore che per prendere ritmo preferisce partire dall'inizio, lo sappiamo. Domani può giocare dal primo minuto"

TIRO DA FUORI - "Chiedo di tentarci di più, soprattutto a Rabiot"

I GIOVANI
- "Dragusin, Fagioli e Di Pardo devono restare in Under 23 perché c'è stata una positività. Felix sta con noi, è bravo tecnicamente e nell'uno contro uno"

KULUSEVSKI - "Può partire dall'inizio anche lui, sta bene, le ultime gare le ha fatte molto bene. Valuteremo chi sta meglio e chi no"

CONFERMA - "Non penso a niente se non a finire bene la stagione, il mio obiettivo è di portare la Juve tra le prime quattro e di vincere la Coppa Italia"