56
Alla vigilia di Juventus-Milan torna Maurizio Sarri in conferenza stampa a fare il punto sulle condizioni dei bianconeri, a un passo dal chiudere imbattuti anche il terzo ciclo della stagione. Questi i temi toccati da Sarri.

MILAN - "Il Milan è una buona squadra che non ha fatto una buona fase iniziale di stagione, ma questo conta fino a un certo punto perché rimane una buona squadra che può fare una buona partita. Noi dobbiamo fare una fase difensiva diversa, rispetto all'ultima partita. Il Milan si sta ricostruendo, nel calcio ci sono cicli, tornare a vincere in breve tempo è difficilissimo per tutti, mi sembra che le basi le stiano gettando ma non so quanto ci vorrà per tornare ai massimi livelli"

RONALDO - "Ancora non so come sta. Ieri era con i fisioterapisti, vediamo oggi e domani cosa riesce a fare. So per certo che non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio che durante la partita lo squilibra sugli appoggi"



DE LIGT - "Ieri si è allenato, sembra in ripresa, vediamo come reagirà ai prossimi allenamenti"

RAMSEY - "Ha qualità tecniche importanti, può giocare sia mezzala che trequartista, dipende da come vogliamo interpretare il ruolo di trequartista. In un centrocampo solido può fare l'interno tranquillamente, così sarebbe offensivo, da trequartista ci garantisce equilibrio"

BONUCCI - "Se pensavo che la squadra potesse farne a meno tranquillamente, lo avrei fatto riposare. In questo momento penso che ci sia bisogno di lui e quindi gli ho chiesto un sacrificio enorme. In questa fase è stato determinante, per noi e i nostri equilibri"

DOUGLAS COSTA - "Può essere libero anche da trequartista, a Mosca visto che al centro c'era traffico si è spostato sulle fasce e lo ha fatto bene. Nel compito di quel ruolo c'è anche quello di sapersi muovere per vie esterne. Non siamo una squadra che oggi si può permettere un trequartista classico"

BERNARDESCHI - "Secondo me sono state sottovalutate da un punto di vista tattico le prestazioni di Bernardeschi"

HIGUAIN - "Ha bisogno di forti motivazioni per rendere al meglio, è palese e lo dice la sua storia. Sta bene fisicamente e mentalmente, è in un momento in cui ci può dare tanto e ci sta dando tanto dal punto di vista del gioco. Secondo me può dare di più dal punto di vista realizzativo"

RITIRO - "Non andiamo in ritiro se la partita è serale in casa. Il motivo è evidente, se riesci a togliere un po' di dispendio di energie mentali e nervose con i ritiri, penso che sia meglio. E' facoltativo e spesso diversi giocatori sono comunque in ritiro"

DIESEL - "Dipende da come si guarda la situazione, è un limite o una forza. E' un limite che la squadra non riesca  a disintegrare le partite, la forza è che fino alla fine cerchiamo la vittoria spesso trovandola. Limite mentalità, forza caratteriale"

VOTO - "Mi stavano antipatici i professori che davano i voti a me, eviterei di darli alla squadra"

NAPOLI - "Non mi sono fatto un'idea, conosce bene l'ambiente e quindi non ho la presunzione di capire cosa sia successo. Ci sono personaggi di grandissimo rilievo come Ancelotti e Giuntoli che sapranno sicuramente gestire la situazione"

RABIOT - "Io in futuro lo vedo da vertice basso davanti alla difesa, per ora non ho voluto confonderlo in questa fase di ambientamento e ho voluto specializzarlo in un ruolo"

INTER - "A volte le discussioni cementano il gruppo. Ma l'Inter mi sembra una squadra in buona salute, ha 28 punti in 11 partite"