Via Cancelo, dopo solo una stagione. La Juventus ha deciso di cedere l'esterno portoghese, che chiude la sua avventura bianconera con un gol e otto assist in 34 partite tra campionato e coppe. Lo farà per mettere a bilancio una plusvalenza, lo farà perché l'ex giocatore dell'Inter non è al centro delle idee del nuovo allenatore Maurizio Sarri. L'idea bianconera è quella di venderlo entro il 30 giugno, per ragioni legate al fair play finanziario, e da questo punto di vista arrivano buoni segnali. Il Manchester City, con il quale c'è in piedi una trattativa da diverse settimane, si è convinto ad accelerare, con l'obiettivo di regalarlo a Guardiola entro l'inizio del ritiro, previsto per i primi giorni di luglio. 

NO A DANILO - L'affare, salvo sorprese, sarà solo cash. La Juventus, che un anno fa per Cancelo ​ha investito 40,4 milioni pagabili, al Valencia, in tre esercizi, ne vuole 60, senza contropartite. No dunque alla proposta dei Citizens di inserire nell'affare il brasiliano Danilo, vecchio pallino di Marotta, uno profilo che non scalda né la dirigenza né il nuovo allenatore bianconero. Il brasiliano ex Santos, è in uscita da Etihad, ma difficilmente arriverà in Italia: niente Juve e, al momento, niente Inter, con Conte che ha bloccato una trattativa che sembrava pronta a prendere il volo.