22
La Juventus vince in casa del Genoa con Dybala e la doppietta di Ronaldo, al termine dell'incontro il tecnico bianconero Andrea Pirlo commenta a Sky Sport: "L'atteggiamento era la cosa principale, la cosa giusta era cancellare la partita di mercoledì perché sapevamo di affrontare una squadra che voleva chiudere. Siamo stati bravi e pazienti, buono l'atteggiamento di non aspettare le giocate ma aggredire sempre in avanti. Il gol subito dà fastidio, invece di marcare in area abbiamo guardato, ma siamo stati bravi subito a reagire.

Dybala? Paulo sta meglio, aveva bisogno di questo gol per sbloccarsi mentalmente e fisicamente, ha fatto una buona partita sotto tutti gli aspetti. Lo aspettavamo, ora lo aspettiamo ancora di più.

Riaggressione immediata? E' una cosa su cui lavoriamo dall'inizio della stagione, stiamo migliorando di partita in partita e ci consente di essere sempre aggressivi. Quando recuperi palla di là si fa meno fatica: meglio correre 5 metri in avanti che 80 indietro: deve essere l'atteggiamento in tutte le partite, non solo in quelle importanti.

Niente regista a centrocampo? Non abbiamo un regista classico, ma abbiamo giocatori che possono farlo molto bene, centrocampisti a tutto campo. In certe situazioni giochiamo con due, a volte ne abbassiamo uno a fare il regista davanti alla difesa, dipende dalle partite. Oggi l'ha fatto molto bene Bentancur. Dobbiamo continuare con questo livello, che ci porterà a fare risultato.
McKennie? Abbiamo sfruttato le sue caratteristiche di invasore, soprattutto quando gioca Dybala che non è uno che sta davanti a fare l'attaccante e si defila un po', ci serve qualcuno che attacchi la profondità e lui è molto bravo.

L'abbraccio con Dybala? Se lo meritava, era alla ricerca di questo gol e questa prestazione da settimane, per lui era importante tornare al gol e l'abbraccio va anche a tutta la squadra che l'ha sempre supportato in queste partite.

Maldini? Gli faccio i complimenti, fa un po' troppo bene (ride, ndr)".