80

Gran parte della strategia di mercato della Juve, a questo punto, ruota attorno alla posizione di Alex Sandro. In attesa di capire se la proposta di rinnovo con annessa richiesta di restare ancora una stagione possa far tornare sui suoi passi il brasiliano, sempre più vicino al Chelsea, ecco che il lavoro della società bianconera prosegue nella ricerca di contromosse. Tanti i tavoli su cui si lavora, sulla fascia sinistra così come sulla fascia destra non mancano obiettivi e trattative già imbastite. E in tal senso prende sempre più quota l'ipotesi di un rientro anticipato alla base di Leonardo Spinazzola, al quale magari affiancare un profilo di maggiore esperienza: rimane da vincere la resistenza di un'Atalanta assolutamente determinata a far valere l'accordo stipulato la scorsa estate di prestito biennale, con diritto di riscatto e controriscatto in favore della Juve. Una situazione che potrebbe però essere sbloccata come spesso accade dalla volontà del giocatore, che non ha mai avuto dubbi a riguardo: la prossima stagione via da Bergamo solo per un rientro alla Juve. Che ora sembra aver deciso di puntare con forza su di lui da subito con la benedizione anche di Max Allegri ribadita nel summit di ieri sera con Marotta e Paratici, dopo lunghe e attente valutazioni che nell'arco degli ultimi sei mesi avevano portato a più riprese questa ipotesi d'attualità. 

 

FATTORE RINNOVO – Non c'è ancora un'intesa con l'Atalanta quindi, filtra però grande ottimismo. Ma mentre il pressing va via via aumentando, un segnale importante è già stato lanciato dalla Juve: in dirittura d'arrivo, infatti, la trattativa per il rinnovo di contratto che legherà Spinazzola al club bianconero fino al 2022 con sensibile adeguamento dell'ingaggio a circa 1.5 milioni di euro più bonus a crescere nell'arco dei cinque anni. Il primo passo è stato quindi compiuto, poi bisognerà trovare la formula per convincere l'Atalanta a liberare Spinazzola prima del previsto: non mancano d'altronde i giovani nel mirino dei bergamaschi, con Francesco Cassata e Riccardo Orsolini tra i principali indiziati a rientrare in questa operazione.

@NicolaBalice