144

La scorsa estate è stato il Chelsea a provarci e riprovarci per Alex Sandro, quando però la Juve aveva deciso: non si vende, qualsiasi cifra non servirà. Strada facendo poi il percorso del brasiliano si è rivelata essere una delle poche vere note negative nella stagione della Juve, sempre o quasi al di sotto del proprio valore e di quanto mostrato nelle scorse due stagioni. E allora l'incedibilità estiva, figlia delle partenze più o meno repentine di Dani Alves e Bonucci, è crollata. Non che si possa definire in svendita, sotto i 50 milioni non si risponderà nemmeno al telefono: da lì in su potrebbe partire, pure a gennaio senza dover aspettare però gli ultimi giorni. Su Alex Sandro rimane il Chelsea, ci pensa pure lo United, nessuna offerta è però pervenuta ufficialmente né all'entourage del giocatore né tantomeno alla Juve. E con l'avvicinarsi della possibilità di arrivare a giugno, ecco che scala rapidamente posizioni un altro top club: il Psg.

IRROMPE IL PSG - Proprio i parigini la scorsa estate erano stati quelli in grado di fare maggiormente sul serio oltre al Chelsea pur avendo altre priorità, continuando a sondare la disponibilità di Alex Sandro anche a stagione iniziata. Non per gennaio, le spese folli della scorsa estate impongono una sessione discreta sul mercato al Psg. Ma verso giugno Al Khelaifi farà sul serio, quando Parigi tornerà la capitale più spendacciona d'Europa e punterà l'esterno brasiliano come obiettivo numero uno per la fascia sinistra. Potrebbe esserci quindi anche il Psg nel futuro di Alex Sandro, che di rinnovo per il momento non vuole parlare con la Juve.  

@NicolaBalice