Commenta per primo

Le cessioni avvicinano Edin Dzeko alla Juventus. Sono giorni decisivi: la trattativa, caldissima, per Camoranesi all’Olympiacos e le altre che, con tempi leggermente più lunghi, potranno portare agli addii di Tiago, Trezeguet e Grygera, sono tutti passi verso l’acquisto del centravanti del Wolfsburg, che attende ansioso le mosse della Juventus, mentre il Manchester City continua la sua serratissima corte. Il club allenato da Roberto Mancini avrebbe anche già chiuso l'operazione se di mezzo non ci si fosse messo proprio Dzeko, che al City preferisce la Juventus e a Mancini ha già detto di no una volta.

Lo stesso Marotta spiega la situazione in questi termini: "Costretti a scegliere fra Krasic e Dzeko per la questione del limite agli extracomunitari, punteremmo sul centravanti, ma è una trattativa difficile, anche perché i tedeschi non mollano facilmente e le loro richieste restano molto alte, ma noi contiamo sulla volontà del ragazzo".

Volontà che Dzeko ha espresso privatamente ai dirigenti del Wolsfburg e anche pubblicamente in un’intervista al bisettimanale tedesco Kicker, dando il suo accorato addio ai tifosi: "Voglio chiarire che non è una questione di soldi, ma di ambizioni. Sento di dover compiere un salto di qualità e di approdare in un grande club. È un momento importante della mia carriera e l’ho spiegato anche ai dirigenti del Wolsfburg, con loro ho uno splendido rapporto e sono sicuro che esaudiranno il mio desiderio".