3
Dal sito ufficiale della Juventus: 

"La stagione 2020/2021 della Juventus Under 23 è stata lunga e molto impegnativa. I bianconeri, però, hanno saputo ritagliarsi un ruolo importante all’interno del proprio girone e sono riusciti a togliersi non poche soddisfazioni. Si è concluso un anno unico, per tanti motivi, un anno che ha mostrato la grande maturità di un gruppo molto giovane e soprattutto molto ambizioso.

UN GRANDE GIRONE DI ANDATA

Nel nuovo campionato che si appresta a iniziare, la guida tecnica viene affidata a Mister Lamberto Zauli, dopo l’esperienza di un anno sulla panchina dell’Under 19, e sono diversi anche i volti nuovi in rosa. C’è tanta curiosità intorno alla Juventus Under 23 e l’inizio è di quelli importanti: nelle prime due partite, contro Pro Sesto e Giana Erminio, arrivano sei punti, conditi da due reti splendide (una per match) firmate Felix Correia e Ranocchia. Due gol straordinari, messi a segno da due new entry. Il portoghese è alla sua prima esperienza alla Juve, Filippo, invece, ha affrontato il tanto ambito salto di categoria dalla Primavera.

Una partenza sprint per una squadra che, sin da subito, dimostra di avere carattere, determinazione e coraggio, nonostante l’età media della rosa sia la più bassa dell’intera Serie C. I risultati arrivano in sequenza e le sole tre sconfitte fino a metà dicembre non sono un caso. I bianconeri si presentano, così, al “Derby del Moccagatta” contro l’Alessandria da terzi in classifica.

CRESCITA ED ESORDI

Questa è anche e soprattutto la stagione degli esordi in Under 23, ma anche in Prima Squadra, a dimostrazione di quanto sia trasversale e lungimirante il progetto. Vi abbiamo citato le due prime volte, a loro modo differenti, di Felix Correia e Ranocchia, ma sono tanti i bianconeri che vivono momenti speciali. Dragusin, Fagioli, Di Pardo e, nel finale di stagione, lo stesso Felix Correia hanno la possibilità di allenarsi e di esordire con la Prima Squadra. E come non ricordare il gol qualificazione di Rafia in Coppa Italia contro il Genoa nei tempi supplementari.

COPPA ITALIA | OTTAVI DI FINALE | JUVENTUS - GENOA

Esordi che, come anticipato, coinvolgono anche i giovanissimi ragazzi della Primavera. Mister Zauli ne farà esordire dieci in Under 23. E se Rafia decide la sfida dell’Allianz Stadium in Coppa Italia, a Grosseto i bianconeri passano 0-1 con una rete confezionata interamente dall’Under 19 grazie all’assist di Miretti per il tap-in di Da Graca. E quest’ultimo sarà anche l’unico giocatore a contare almeno una presenza in Serie A, Under 23 e Primavera nel corso di questa annata.
Momenti indimenticabili che sono il risultato di una crescita costante, costruita un tassello alla volta.

LA DETERMINAZIONE DEL GIRONE DI RITORNO

Dove eravamo rimasti? All’ottimo girone di andata che, dopo un leggero calo a metà dicembre, si chiude con la squadra di Mister Zauli in piena corsa per un posto nei play-off. Ed è proprio il desiderio di qualificarsi alla fase finale del campionato che permette alla Juventus Under 23 di superare un periodo non semplice, senza successi, da fine marzo a fine aprile. La differenza, però, anche nei momenti più complicati la fanno la coesione del gruppo, la determinazione, lo spirito di sacrificio e l’importanza del singolo all’interno della squadra. E questa mentalità viene subito compresa e applicata sul campo dai nuovi arrivi di gennaio, da Dabo e Akè (quest’ultimo chiuderà la stagione con 6 assist all’attivo, come Felix Correia) a Compagnon e Pecorino.

Saranno ben quarantadue al termine della stagione i giocatori impiegati da Mister Zauli, considerando anche i dieci bianconeri della Primavera. E ognuno sarà fondamentale nel raggiungimento dei play-off. Proprio come Vrioni che, a causa di un lunghissimo stop per infortunio, riesce a collezionare soltanto sei presenze, ma con la sua rete su calcio di rigore contro la Carrarese regala ufficialmente la qualificazione alla fase finale del campionato. Una qualificazione più che meritata dal momento che per tutto l’arco della stagione l’Under 23 occupa stabilmente la zona play-off.

LE ULTIME DUE PARTITE DELLA STAGIONE

Il cammino nei play-off pone subito di fronte ai bianconeri un ostacolo non indifferente. La prima gara è secca, si gioca in trasferta contro la Pro Patria e la Juve è costretta a vincere perché in caso di pareggio passerebbe la squadra meglio classificata. In regular season, a Busto Arsizio, i bianconeri escono sconfitti 1-0 e anche questa volta la gara non si incanala nella direzione desiderata perché a passare in vantaggio sono i lombardi. La reazione della squadra di Mister Zauli, però, è quella di un gruppo maturo e consapevole della propria forza. Il finale? Un fantastico 1-3, targato Ranocchia, Brighenti e Felix Correia, che permette ai bianconeri di proseguire il viaggio play-off.

SERIE C - PRIMO TURNO PLAYOFF | PRO PATRIA - JUVENTUS

Il secondo ostacolo è ancora da affrontare in gara secca e ancora fuori casa. Al “Silvio Piola” di Vercelli va in scena il derby tutto piemontese proprio contro la Pro Vercelli. Anche in questo caso l’Under 23 ha a disposizione soltanto un risultato, la vittoria, per accedere al primo turno nazionale della fase finale. La Juve gioca con personalità anche questa sfida, creando diverse opportunità per passare in vantaggio, ma nel secondo tempo un gol dei padroni di casa rompe l’equilibrio mettendo fine alla bellissima cavalcata dei bianconeri, iniziata il 28 settembre e terminata il 19 maggio".