242
La Juventus vince la quarta partita consecutiva in campionato (quarto clean sheet consecutivo) e continua la sua rincorsa verso la zona Champions, distante ormai solamente due punti. Stavolta poi, dal suo ritorno sulla panchina bianconera, arriva addirittura la prima vittoria di Allegri in uno scontro diretto, cosa che non gli capitava dal lontano 2019… Gara difficilissima quella giocata contro l’Inter che perlomeno in Serie A può però davvero rappresentare la svolta della stagione in casa Juve.
 
I DUE VOLTI DELLA JUVE - Primo tempo bruttissimo quello disputato dalla Vecchia Signora, probabilmente ancora stordita dal fallimento clamoroso subito in Champions League. E quando, nel corso della ripresa, l’Inter di Inzaghi ha pensato di dover vincere la partita a tutti i costi, visto che la Juventus era in quel momento un pugile suonato alle corde, proprio lì è salito in cattedra il cuore bianconero con gli uomini di Allegri trascinati da un super Kostic, decisivo sia in occasione del gol di Rabiot che ha sbloccato la partita che in quello di Fagioli che l’ha chiusa.
 
GOL DANILO, NON E' PIU' CALCIO -  Se l’Inter nel corso del secondo tempo è riuscita a rimanere in partita quasi sino alla fine però lo deve principalmente alla scelta di Doveri di annullare lo splendido gol realizzato da Danilo su azione di calcio d’angolo. Il Var, che era nato come strumento utile a cancellare solamente gli errori clamorosi nel calcio, ormai è diventato quasi una roulette. Ogni volta che una squadra realizza un gol infatti non si sa mai se questo verrà convalidato o meno, a volte anche per decisioni incomprensibili o che non giustificano nemmeno la chiamata al monitor dell’arbitro di turno. Stesse situazioni vengono infatti giudicate a distanza di tempo in modo totalmente differente. Rosso o nero, paro o dispari; ormai la decisione dell’arbitro al Var è prevedibile tanto quanto indovinare dove si fermerà la pallina bianca durante la roulette. Annullare uno splendido gol come quello realizzato da Danilo per un episodio dubbio anche dopo 100 replay è davvero la fine del calcio. Se le regole sono ormai queste, rien ne va plus.

@stefanodiscreti