Commenta per primo

Dall'arrivo sulla panchina azzurra di Cesare Prandelli, Antonio Cabrini è diventato uno dei capi osservatori dell'Italia. 'Non penso che il Milan possa gestire il suo vantaggio attuale per lo scudetto, perché il Napoli è in grande condizione psicofisica e non mollerà. I rossoneri dovranno sudarselo fino in fondo il tricolore - ha dichiarato, ospite di Radio Toscana, il 53enne ex terzino cremonese -. Il Milan ha trovato un momento buono a livello nervoso, la vittoria nel derby ha fatto aumentare convinzione e condizione. Ibrahimovic è nervoso per stanchezza mentale, perché ha sempre tirato la squadra nei momenti meno facili, prendendo in mano il Milan; un qualcosa comunque di non accettabile, anche se lui è abituato a certi episodi'.

'Fiorentina-Juventus conta per i bianconeri, che se faranno bene possono riagguantare un posto in Champions, mentre i viola tengono più che altro al prestigio - ha aggiunto Cabrini -. Mi aspetto una partita sentita da ambo le parti, i viola non vorranno fare brutta figura. Camporese e Ranocchia sono giovani e hanno davanti una carriera ad altissimi livelli. L'interista si è già imposto nell'ottima stagione dei nerazzurri, ma non mi voglio dimenticare di Chiellini che a livello di Nazionale è sempre molto motivato. Non so se Agnelli riuscirà a far risalire la Juventus ad alti livelli, con il calcio attuale non è facile. Buffon e Del Piero sono due grandi campioni, l'importante è non sbagliare le scelte future. La Fiorentina se vuole crescere deve effettuare investimenti importanti, non basta la conferma dei giocatori migliori nella rosa attuale'.