26

Il centrocampista del Real Madrid, Kaka, ha ammesso che potrebbe lasciare il Santiago Bernabeu se il club deciderà di non avvalersi più dei suoi servizi. Il brasiliano ha faticato molto a Madrid, anche a causa di molti infortuni fisici; e non è venuto incontro alle aspettative di una società che lo aveva pagato 68 milioni di euro nel giugno 2009 per averlo dal Milan.

Alla fine, 76 presenze e poca fortuna per Kakà, che dovrebbe partire titolare nel Clasico di domani visto che Josè Mourinho vorrebbe far riposare un po' di giocatori chiave in vista della sfida di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Manchester United di martedì. 

Kaka ha ha più volte indicato la sua volontà di rimanere al club per i suoi due restanti anni di contratto, ma ha anche accettato l'idea di poter lasciare per poter avere delle opportunità di giocarsi il Mondiale 2014 in Brasile: "Ho ancora due anni di contratto - ha detto - sono contento al Real, ma non voglio essere un problema. Se dovrò andarmene, me ne andrò".

Un'ammissione che apre scenari futuribili per il calciomercato estivo, con il Milan sempre alla finestra: "Non so se riuscirò a rientrare nella nazionale, ma mi preparerò sicuramente. Ho ancora tempo". Kakà, 85 presenze e 29 gol col Brasile, non gioca in nazionale da novembre.