Calciomercato.com

Kean-Everton, dettagli e retroscena: la Juve, l'opzione e gli spoiler del fratello

Kean-Everton, dettagli e retroscena: la Juve, l'opzione e gli spoiler del fratello

  • Nicola Balice
C'era il rinnovo lì sul tavolo, pronto, solo da firmare. C'era un accordo economico, che lo avrebbe portato a guadagnare oltre 2 milioni netti a stagione. Non c'era la certezza del posto fisso, quella no. E non c'era nemmeno la certezza di poter puntare su di lui sotto ogni punto di vista: quelle dell'Europeo Under 21 sono diventate le ultime marachelle da giocatore bianconero. Così alla fine le strade di Moise Kean e della Juventus si sono separate. Almeno per ora. Perché se la trattativa con l'Everton è andata così per le lunghe il motivo non è da ricercare nell'aspetto puramente economico: alla Juve andranno i 40 milioni richiesti, tra parte fissa (leggermente inferiore a 30 milioni) e bonus non impossibili. Ma in una formula che potesse consentire al club bianconero di non perdere il controllo sul futuro dell'attaccante. Alla fine nessuna opzione di riacquisto, c'è però un diritto di prelazione in favore della Juve che consentirà di battere la concorrenza pareggiando le offerte di altri club che in futuro l'Everton deciderà di accettare.

LA DECISIONE – Il giocatore nel frattempo aveva delegato come sempre a Mino Raiola la decisione su come scrivere il proprio futuro. Secondo l'agente e secondo Kean, restare alla Juve da comprimario non era più un'opzione percorribile. Le parole spese al J Medical nel giorno dell'arrivo di Matthijs de Ligt andavano proprio in quella direzione: «Moise è un campione come lui». Questa convinzione non c'era in zona Continassa, alla fine ha vinto il bisogno di una maxiplusvalenza, praticamente totale essendo arrivato Kean poco più che bambino dopo la parentesi nella Scuola Calcio del Toro. E la necessità di sfoltire un attacco intasato come mai prima, aspettando di sbloccare tante altre cessioni e di capire chi potrà diventare il compagno ideale di Cristiano Ronaldo (con Romelu Lukaku ora in pole position). La Premier e l'Everton invece sono quello che servirà a Kean per il definitivo salto di qualità, una fiducia confermata dall'ingaggio di circa 3 milioni netti a stagione più bonus, un contratto da cinque o sei anni. A cui Moise ha detto sì definitivamente lunedì, durante uno dei tanti ritrovi a Montecarlo da Raiola. L'Everton per ripartire con entusiasmo, anche troppo considerando quelle immagini già lanciate via social da suo fratello Giovanni per cominciare a caricare i tifosi dei Toffees, poi fatte prontamente rimuovere. Tutto solo rimandato di qualche ora, il tempo di effettuare visite e apporre la firma sul contratto. Anche questo lì sul tavolo, pronto, che verrà firmato domani. 
   


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com 

 

Altre notizie