256
In ordine temporale, la prima scelta della Juve per il ruolo di centravanti era Milik: accordo raggiunto con il giocatore ma non con il Napoli, che non accettava scambi ma solo soldi (e ne voleva tanti, quelli che il club bianconero ora non ha). Dal punto di vista tecnico, il preferito di Pirlo era Dzeko: lo vedeva come l’uomo giusto per integrarsi con gli altri attaccanti, avrebbe esaltato le capacità realizzative di Ronaldo, Dybala, anche Kulusevski. In mezzo a questi due nomi, si era inserita la speranza di arrivare a Suarez; ipotesi diventata improponibile con il passare del tempo a causa della mancanza del passaporto. Alla fine, la Juve ha preso Morata. La quarta scelta. Almeno.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM