Commenta per primo

Il direttore generale dell'Inter, Ernesto Paollilo esprime la sua amarezza nel dopo partita. "Ritengo il pareggio a Bergamo positivo, non so in quanti vinceranno su questo campo. Quello che mi lascia perplesso sono i troppi rigori contro di noi: cinque in otto partite, mi sembra un record - spiega a Mediaset Premium - . E ancora più perplessità mi lascia il fatto che quasi tutti questi rigori sono perlomeno dubbi: sembra diventato molto facile dare rigori contro l’Inter, quasi ci fosse una gara. Non vedo lo stesso atteggiamento arbitrale in altri campi, per episodi analoghi a quello del rigore che ci è stato contro oggi.”

La discussione è poi proseguita ai microfoni di Sky. 'Se credo in un disegno contro di noi? Assolutamente no - prosegue Paolillo -. Credo però che la classe arbitrale stia attraversando un momento psicologico che la porta a fischiare con più facilità rigori dubbi nei nostri confronti. Ripeto: ho molto rispetto della classe arbitrale, non vado certo a protestare né con il Presidente degli arbitri né con il designatore, però mi auguro che quel ruolo che deve avere il Presidente della Federazione di “superpartes”, per valutare e garantire se è tutto normale, sia fatto".

Sullo stesso argomento è intervenuto Claudio Ranieri. "Ormai ci siamo abituati all’Inter, per cui speriamo che finisca tutto questo. L’arbitro non aveva dato il rigore, è stato il guardalinee a indicarlo all’arbitro, si è preso lui la responsabilità, l’arbitro non se l’era presa. Pazienza, va così quest’anno. Fa notizia che all’ottava giornata, ci siano stati concessi 5 rigori contro. Non ce n’è uno bello per cui si può dire “finalmente l’avete dato”.