61
Non solo De Paul, Il dialogo tra Inter e Udinese potrebbe diventare ancora più fitto e comprendere anche altri calciatori. Il capitano Samir Handanovic è una garanzia per Antonio Conte ma a luglio compirà 36 anni e la società di viale della Liberazione inizia a guardarsi intorno per trovare un sostituto all’altezza dell’estremo difensore sloveno che dal 2012 ad oggi ha sempre offerto una costanza degna del gran professionista quale è. 

FARI SU MUSSO - Sul taccuino di Ausilio e Marotta è finito Juan Agustín Musso, portiere argentino classe ‘94 che in Serie A sta facendo vedere ottime cose. Inter e Udinese hanno aperto il dialogo, i nerazzurri studiano la possibilità, convinti dalle qualità del ragazzo. Dopo Handanovic, quindi, un altro portiere potrebbe seguire lo stesso percorso da Udine a Milano, anche se al momento non c’è alcuna fretta. Handanovic dovrebbe essere il titolare dell’Inter anche la prossima stagione mentre Musso potrebbe rimanere ancora in prestito un anno a Udine, a meno che qualche club di Premier, già sulle sue tracce, non dovesse convincerlo ad accettare immediatamente altre destinazioni. Tutto è ancora aperto è una vera e propria trattativa con l’Inter non è ancora partita, ma i nerazzurri seguono con molta attenzione i progressi di Musso.