30
C'è stato un momento, anche piuttosto prolungato, che nelle scorse settimane sembrava poterci essere una spartizione quasi pacifica sul mercato dei due talenti di centrocampo saliti alla ribalta in questa serie A: Sandro Tonali verso la Juve, Gaetano Castrovilli verso l'Inter. Un patto non detto né scritto di non belligeranza, con la consapevolezza che in ogni caso ci sarebbero stati ben altri avversari da affrontare, oltre che le ferree resistenze rispettivamente di Massimo Cellino e Rocco Commisso. Però le decisioni sembravano prese, Juve su Tonali e Inter su Castrovilli. Poi è arrivato il colpo Dejan Kulusevski a sparigliare un po' le carte. Poi è arrivato soprattutto il ciclone Coronavirus ad abbattersi anche sul mondo del calcio, stravolgendo completamente le regole di mercato o magari accelerandone solo il cambiamento. Così, nelle ultime settimane, c'è stata l'Inter ad essersi riportata sensibilmente su Tonali, anche perché ai nerazzurri (pure ai nerazzurri) serve un centrocampista subito. Mentre la Juve ha ripreso a lavorare più o meno sottotraccia per Castrovilli, anche perché la Fiorentina sembra intenzionata decisamente a trattenerlo almeno un'altra stagione soprattutto se alla fine dovessero i viola cedere sul fronte Federico Chiesa. Che pure è tornato prepotentemente nel mirino della Juve, dopo un periodico sorpasso interista.
LA MANOVRA – Tonali è uscito dai radar della Juve? No, tutt'altro. Ma molto dipenderà da quanto scenderà il Brescia dalla richiesta di 50 milioni pre-Coronavirus. Così come l'Inter non ha mollato Castrovilli. Però, nei dialoghi preliminari con intermediari, ecco che il centrocampista viola è diventato un argomento di discussione particolarmente interessante per la Juve al fianco di Chiesa. Non a caso lo stesso Fabio Paratici negli scorsi giorni lo ha inserito di diritto tra i profili di giovani italiani di grande valore da tenere in grande considerazione. Sempre aspettando che Commisso fissi un prezzo, con la pazienza di chi può anche aspettarla una stagione prima dell'assalto finale così come aprire all'ipotesi di un acquisto immediato pur lasciando il giocatore ancora in prestito a Firenze. Idee ce ne sono parecchie, se la Juve dovesse battezzare Jorginho come regista ecco che potrebbe essere una mezzala di qualità il prospetto da inseguire. Il botta e risposta Inter-Juve è infinito. Se i nerazzurri ci provano per Tonali, la Juve si iscrive con forza alla corsa per Castrovilli.