121
Quel che conta del giorno: i fatti salienti di oggi, calcio a parte.

Governo di minoranza, Conte e alleati se lo fanno bastare.
Oggi al Senato si conta quanta fiducia parlamentare ha il governo (quella votata in quantità non abbondante ieri alla Camera era necessaria ma non sufficiente). Fiducia piena è 161 voti a favore del governo Conte. Obiettivo massimo e improbabile cui Conte e alleati hanno di fatto già rinunciato. Ma governo resta governo (Mattarella acconsentendo) anche se oggi al Senato non avrà la maggioranza assoluta, appunto i 161 voti. Basta una maggioranza relativa, basta a tenere in carica un governo che però diventa di minoranza. Quindi a 156/157 voti (anche 155) Conte, il Pd, M5S e Leu si accontentano (un po' fanno finta di accontentarsi). Si accontentano di restare governo e al governo. Sanno che con 155 o 157 voti al Senato non si governa davvero, ma il restare gli basta. Poi, giurano, col governo tra i più deboli nel fare faranno le cose più grandi, difficili e forti da fare. Il programma di Conte illustrato ieri a Montecitorio è stato appunto: qualcuno ci aiuti a restare in piedi. Poi, anche se zoppi, correremo, giuro. Giuramento fatto da Conte con la mano idealmente su una bibbia fatta di una sola novella: andava, facevamo tutto al meglio, fino a che non è arrivato un pazzo. Davvero tutta la verità e solo la verità? Davvero la verità è tutta qui? Sotto i 155 voti al Senato il giuramento di Conte diventa implausibile, molto improbabile a realizzarsi. E quindi Conte dovrebbe dimettersi, aspettare il reincarico e fare, se ci riesce, il governo Conte 3. Alla prossima...puntata.
Affitti non pagati, sfratti bloccati. New York, un miliardo di dollari di affitti non pagati, 200 mila famiglie gravate di un debito medio di seimila dollari. Lì, se non paghi l'affitto, in tre mesi o giù di lì sei davvero fuori casa. Eppure...un miliardo di affitti non pagati! Qui blocco degli sfratti. Per chi non paga perché non ha i soldi, pandemia glieli ha tolti. E anche per chi ha i soldi ma non paga, tanto non accade nulla e nella casa si resta, gratis. Anche se morosi da ben più di tre mesi. Possibile che Stato, Regioni, Comuni, Tribunali non siano in grado di fare setaccio e differenza? Possibile che lo scudo del blocco sfratti, scudo per chi non ha, diventi scudo a chi ne approfitta? Possibile che si faccia pagare a molti proprietari di case (non tutti certo ricchi sfondati o feroci speculatori) il costo della solidarietà sociale (e ci sta) e anche quello del sostegno e ristoro ai morosi non di indigenza ma di...opportunità? Possibile, anzi reale.