93
Mauro Icardi, sempre lui. Al centro dei progetti per l'attacco della Juve c'è ancora l'ex capitano dell'Inter. Un colpo, un grande colpo, è previsto anche in questo reparto in vista della prossima stagione. E Icardi rappresenta sempre la prima scelta di Fabio Paratici, indipendentemente da chi possa sedere sulla panchina della Juve che verrà. Riportando d'attualità quel progetto imbastito a più riprese negli anni, ultimo in ordine cronologico lo scorso prima che poi fosse il Psg a trovare la quadra last minute con l'Inter.

100 MILIONI – Una prima parte di stagione da stella tra le stelle, quella di Icardi a Parigi. Eppure il riscatto non è mai stato una semplice formalità per completare l'operazione di acquisto del Psg. Resta l'ipotesi più concreta, nonostante nell'ultimo mese Icardi abbia di fatto lasciato il posto da titolare raccogliendo qualche spezzone di partita qua e là. Il mercato per lui non manca, a 70 milioni il Psg lo può trasformare in un investimento anche da far fruttare immediatamente. Ed è questo il passaggio che pure la stessa Juve auspica, sapendo quanto sia complicato portare a termine delle operazioni con l'Inter in questo momento storico. Potranno servire un centinaio di milioni col Psg, ma in tal caso non sarebbe impossibile sfruttare la sponda del club francese per andare a dama e completare quei discorsi avviati negli anni con Wanda Nara e tutto l'entourage di Icardi.
SCAMBIO – Con il Psg poi i rapporti sono solidi, non mancherebbero nemmeno eventuali pedine di scambio per trovare una quadra conveniente a tutti sia sul piano economico che per quello tecnico. Dopo i tentativi sul mercato delle alternative (da De Sciglio a Kurzawa, passando per Paredes e Meunier), il tavolo dei big vedrebbe Miralem Pjanic su tutti fare al caso del Psg, senza dimenticare la corte antica per Paulo Dybala. Discorsi embrionali, con una certezza di partenza: Icardi alla Juve si può fare, dal Psg e non dall'Inter può essere molto più semplice.