123
Muoversi adesso, per costruire il futuro. La parola d'ordine in casa Juventus è programmazione, per questo Cherubini e Arrivabene sono già al lavoro per costruire la squadra che verrà. Quell'attuale in estate vivrà una nuova ristrutturazione soprattutto in difesa, ma anche in attacco alcune pedine sono destinate a cambiare. Oltre al jolly Cuadrado, per il quale non c'è accordo sul rinnovo del contratto in scadenza nel 2023, un altro big fortemente in bilico è Angel Di Maria. L'argentino ha chiesto e ottenuto di firmare per una sola stagione e in questi mesi non ha cambiato idea. Torino gli piace, ma dopo una vita calcistica in Europa la sua priorità è quella di tornare in Argentina, per chiudere la carriera con il Rosario Central, la squadra del suo cuore

ASENSIO - La Juventus lo sa da tempo per questo la macchina si è già messa in moto per trovare un sostituto. Tra i nomi sul taccuino c'è quello di Marco Asensio, 26enne che ha detto no al prolungamento con il Real Madrid. Dal primo febbraio sarà libero di accasarsi in un altro club, per la gioia del suo agente Jorge Mendes, che sogna una ricca commissione. La richiesta d'ingaggio è superiore ai 7 milioni di euro netti, un po' più dell'attuale stipendio di Di Maria, 6 milioni netti, ovvero7,86 milioni di euro lordi, considerando il Decreto Crescita. Asensio non ha fretta di decidere, vuole un progetto vincente, non solo rimpolpare il suo conto in banca. Sulle sue tracce ci sono, oltre alla Juventus, Milan, Barcellona, Arsenal, Liverpool e Tottenham.