Commenta per primo

Maggiori responsabilità davanti alla porta avversaria a Candreva, Hernanes, Ederson per dare risposte immediate, senza dover passare subito dal mercato, al problema dei pochi gol segnati in assenza di Klose. Un’idea maturata negli ultimi giorni, scelta che andrà ad influire anche sul futuro modulo tattico. Così facendo la Lazio potrebbe restare alla finestra anche fino a gennaio, in attesa del nome giusto per fare da secondo al bomber tedesco. Tra questi già spicca quello del croato Mladen Petric, uno che Petkovic conosce molto bene. L’ex Basilea, Amburgo e Fulham potrebbe arrivare a Roma a parametro zero con un ingaggio di poco inferiore al milione di euro. Nel frattempo - come spiega nell'edizione odierna il Corriere della Sera nelle pagine romane - si potrà valutare con calma quanto può dare il ventenne colombiano Perea, una volta convinto l’altro extracomunitario Sani a trasferirsi all’estero e liberare un posto. Ieri a Fiuggi, nel terzo giorno del mini ritiro, i tanti tifosi laziali presenti sugli spalti hanno potuto dare un’occhiata ravvicinata alla Coppa Italia conquistata lo scorso 26 maggio. Si sono allenati ancora a parte Felipe Anderson e Pereirinha. Petkovic e il suo staff si sono concentrati soprattutto sui movimenti di attacco e difesa, con Biglia che ha mostrato di essere già in forma campionato.