E' una notte memorabile, una notte da predestinati: e Nicolò Zaniolo ha tutte le carte in regola per esserlo. Mentre a Manchester Mbappé fa a fette lo United, l'Olimpico di Roma viene illuminato dalla classe del 22 giallorosso, protagonista assoluto nella vittoria sul Porto: il primo gol in Champions League sblocca l'incontro, il secondo è decisivo nella vittoria finale (2-1) e lo consacra come più giovane calciatore italiano a realizzare una doppietta nella nuova Champions.

LA JUVE OSSERVA - Tifosi della Roma in delirio per il talento di Zaniolo, ma a godersi lo show del classe '99 non c'erano solo appassionati giallorossi. Sugli spalti dell'Olimpico c'era anche il ds della Juventus Fabio Paratici, spettatore non casuale: il 'pizzino' sfuggito al dirigente bianconero aveva dato un'ulteriore conferma dell'interesse dei bianconeri per il giovane centrocampista, con tanto di valutazione da 40 milioni di euro. Ma quanto vale ora Zaniolo? La quotazione sale a suon di prestazioni e gol (pesante anche quello per il pareggio contro il Milan), ma tutto è legato al rinnovo che la Roma conta di mettere nero su bianco nelle prossime settimane, con raddoppio dell'ingaggio (dai 750mila euro annui attuali ad almeno 1,5 milioni). Contatti positivi con l'agente Claudio Vigorelli, che a gennaio ha però anche incontrato proprio Paratici per un primo sondaggio da parte dei bianconeri. Il rinnovo quindi potrebbe non chiudere del tutto la vicenda, pronta a riaprirsi in estate sfruttando magari la passione fanciullesca del centrocampista per la Juve (svelata dalla madre). Zaniolo al momento sembra avere le idee chiare: "Far gol oggi è stata una emozione unica e spero di farne tanti altri sotto questa curva". Il suo messaggio, però, tranquillizza solo in parte la Roma: la Juve ha puntato il mirino e si muove, la presenza di Paratici è un segnale inequivocabile. @Albri_Fede