"Posso confermare che la Juve è interessata a Martin". Dopo i rumors delle scorse settimane, il procuratore di Dubravka, Pavel Zika, ha confermato ai microfoni del Mirror che il club bianconero ha messo gli occhi sul portiere slovacco del Newcastle. Chiuso il colpo Ramsey, il Chief Football Officer Fabio Paratici continua a lavorare sottotraccia per allestire la rosa della prossima stagione. Tra le situazioni più calde c’è proprio quella legata alla porta, con uno tra Szczesny e Perin che potrebbe lasciare Torino e far posto proprio al classe 1989 in forza ai Magpies

CHE IMPATTO! - Arrivato a Newcastle il 31 gennaio 2018, nelle ultime ore di mercato, da semi sconosciuto per via dei suoi trascorsi tra Slovacchia, Danimarca e Repubblica Ceca, ben presto Dubravka è riuscito a far ricredere tutti guadagnandosi nel giro di pochi mesi sia la conferma con il riscatto dallo Sparta Praga che la fiducia di tifosi e club. Oggi, l’estremo difensore slovacco è considerato uno dei colpi più importanti della storia dei Magpies: l’ex Zilina è arrivato in Inghilterra per una cifra totale vicina ai 6 milioni di euro. Scovato e voluto fortemente da Benitez, è entrato nel giro dei migliori portieri della Premier League: in questa stagione è al quarto posto nella speciale classifica di clean sheet con 9 partite da imbattuto alle spalle di Alisson del Liverpool, Ederson del Manchester City e Kepa del Chelsea.

LA SCUOLA CECA - È nello Zilina, la squadra della sua città, che Dubravka muove i primi passi nel mondo del calcio. Dopo tutta la trafila nelle giovanili, il portiere esordisce il 26 maggio 2009 nella sfida vinta per 5-2 sul Dubnica. All’età di 20 anni, diventa subito un pilastro della formazione slovacca e partecipa alla conquista di due titoli, una Coppa Nazionale e una Supercoppa di Slovacchia. Nel 2010, arriva l’esordio in Champions League contro il Chelsea. A gennaio del 2014, l’Esbjerg batte la concorrenza di Paok Salonicco, Legia Varsavia e Sparta Praga e lo porta in Danimarca. Ma l’appuntamento con la Repubblica Ceca (e con il club di Praga) è solo rimandato: nel luglio 2016 si trasferisce allo Slovan Liberec, mentre l’estate successiva viene acquistato dallo Sparta per prendere il posto di Koubek, passato ai francesi del Rennes. Sulle rive della Moldava, Dubravka compie il definitivo salto di qualità grazie a uno staff tecnico che negli ultimi anni continua a sfornare portieri d’altissimo livello: oltre a lui, Vaclik ha fatto prima le fortune del Basilea e ora continua a stupire tutti al Siviglia, mentre Koubek veste la maglia del Rennes e ha attirato l’interesse di diverse squadre di Premier League, senza dimenticare Florin Nita, che ha preso il posto proprio di Dubravka ed è finito nel mirino del Wolverhampton. Dopo appena sei mesi in granata, lo slovacco riceve la chiamata del Newcastle e si trasferisce in Inghilterra, dimostrando subito di essere pronto per confrontarsi con campioni di livello assoluto.

CONCORRENZA - "Juventus? Non sono soltanto gli scout bianconeri che lo seguono: ci sono anche altri club della Premier League, tra cui uno che lotta per il titolo e per la Champions League, e uno dei più importanti di Bundesliga. Pensiamo che dovrebbe restare in Inghilterra e abbiamo iniziato a ridiscutere il contratto con il Newcastle (in scadenza nel 2022, ndr)”. Le parole di Zika hanno provato a infiammare la corsa a Dubravka. Nonostante le dichiarazioni dell’agente, difficilmente il numero uno slovacco resterà nelle fila dei Magpies in estate. La Juventus si è mossa con largo anticipo e lo valuta attentamente, ma dovrà fare molta attenzione alle concorrenti: su Dubravka ci sono Manchester United e Bayern Monaco, che hanno già chiesto informazioni e potrebbero accelerare nelle prossime settimane.