92
Per Mauro Icardi bisogna aspettare, pazientare, poi avere coraggio e disponibilità. Intanto la Juve si muove e lo fa sul serio per le alternative. Una delle principali, forse la più concreta, oggi risponde al nome di Arek Milik. Il centravanti polacco, infatti, è ritenuto una prima scelta per Maurizio Sarri, per quanto sia considerato in casa Juve l'ideale per completare il reparto e non per essere la prima opzione da centravanti. Milik è una prima scelta per Sarri, anche se poi tra un infortunio e l'altro è stato costretto a lasciare il posto da titolare a Dries Mertens nel Napoli del Comandante. Che però lo ha voluto più di tutti quale erede di Gonzalo Higuain, incontrandolo anche di persona pur di convincerlo a vestirsi di azzurro.

LA SITUAZIONE – E il Napoli ora ha aperto alla cessione di Milik, fosse pure per andare alla Juve. La rivalità può aspettare in questo caso, il Napoli è in fase di rifondazione e sono pochi i club al mondo in grado di poter accontentare le esigenze di Aurelio De Laurentiis. Se la Juve lo facesse, allora Milik potrebbe andare anche a Torino. Ma il prezzo fissato dal Napoli per il polacco che tra un anno si libererebbe a zero, è considerato ancora troppo alto, soprattutto se di mezzo non si potessero inserire contropartite tecniche: Milik costa 40 milioni secondo il Napoli, non uno di meno almeno per oggi.
L'ASSIST – A tentare l'abbassamento del prezzo c'è anche lo stesso Milik. Che in questo momento di parlare del rinnovo non ci pensa. È pronto a tentare una nuova avventura, quella della Juve lo stuzzica particolarmente per quanto le alternative non manchino, dall'Atletico Madrid in poi. Al Napoli sono abituati ad affrontare bracci di ferro delicati, la questione non preoccupa particolarmente. Ma strada facendo e allo stato attuale del calcio a livello internazionale, con o senza guerra interna portata avanti da Milik, la richiesta per un giocatore a scadenza di contratto può essere abbassata per necessità. A 40 milioni la Juve non arriverà per Milik, almeno a 40 milioni cash: da una parte o dall'altra il Napoli dovrà cedere, valutando scambi almeno parziali tra i tanti jolly nel mazzo bianconero. Soprattutto se il polacco dovesse scegliere la Juve e solo la Juve.