206
Lautaro Martinez in prima pagina. Una costante da giorni, settimane e per i prossimi mesi. Perché in Spagna (e non solo) sono tutti pazzi dell'attaccante dell'Inter: un classe '97 che segna a raffica, fa segnare, è stato determinante in Champions League come in Serie A, è un perno della nuova Argentina e dimostra di avere un futuro importante. Ecco perché le big d'Europa lo puntano in vista di giugno e al momento l'Inter è in stand-by sul fronte del suo rinnovo contrattuale: l'ingaggio di Lautaro è incredibilmente tra i più bassi della rosa nerazzurra, ovvero 1,5 milioni all'anno, meno di chi gioca poco come Ranocchia. Ma il rinnovo sarà un argomento da affrontare solo se saltasse definitivamente il tema cessione, ad oggi comunque da tenere in considerazione.

Ascolta "Lautaro, la verità tra Real e Barça: quei contatti con l'Inter per non pagare la clausola..." su Spreaker.
IL BARCELLONA SPINGE - La società che sta spingendo più di tutte da mesi è il Barcellona, più insistente e convinto del Real Madrid finora che ha dato solo segnali all'entourage senza passare ai fatti con l'Inter (ma mancano ancora 5 mesi all'attivazione della clausola, inizio luglio...). I rapporti tra la società blaugrana e la dirigenza nerazzurra sono buonissimi; Lautaro insieme a Sensi è stato al centro dei discorsi tra le parti nello scorso ottobre in occasione del blitz del ds Ausilio in Catalogna, il Barça è la squadra che sta premendo con più forza con l'argentino come con l'Inter, vuole assolutamente provare a farne l'erede di Luis Suarez. Dovrà vendere per il Fair Play Finanziario, chiaro; ma ha già mostrato l'intenzione di insistere da qui a maggio per avviare una vera e propria trattativa. Valutando l'idea di aggiungere uno zero a quella cifra da 1,5 milioni all'anno che guadagna Lautaro, ovvero promettergli un quinquennale vicino ai 10 milioni. Ragionamenti, valutazioni, non ancora proposte ufficiali.


LA CLAUSOLA - La dirigenza del Barça in questo caso ha un'idea di base già esposta nei contatti tra le parti: visti i rapporti con l'Inter, provare a non pagare la clausola da 111 milioni di euro ma spendendo anche qualcosa in più, purché venga dilazionato il pagamento, un concetto che tanti top club utilizzano per questioni di bilancio e di Fair Play Finanziario appunto, vedi l'Atlético Madrid con Joao Felix nella scorsa estate proprio con questo tipo di formula. L'Inter per il momento è tranquilla: lascia il Barça ai propri ragionamenti e corteggiamenti, sa che Lautaro riceverà proposte ma lo valuta non un solo euro in meno dei 111 milioni e deciderà il da farsi solo a fronte di una richiesta di cessione dell'argentino, come ribadito da Marotta. Se il Barça proporrà una cifra anche leggermente più alta ma dilazionata, non andrà esclusa l'ipotesi di inserire giocatori nell'affare in favore dei nerazzurri, magari quell'Arturo Vidal che Conte voleva già a gennaio. Con l'Inter che aspetta tranquilla. Ma dovrà fare una scelta con e per Lautaro, molto presto. Perché il Barça non scherza.