7
Bologna-Lazio: 1-2

Strakosha 6: tutti gli spazi davanti a lui son chiusi, i suoi servigi non sono quasi mai necessari. Ci vuole Lulic per superarlo.
 
Bastos 6:
fisicamente invalicabile, un muro contro il quale l’attacco rossoblù non può nulla.
 
De Vrji 6.5: perno del reparto difensivo mantiene l'ordine con una precisione da far invidia a chiunque.
 
Radu 6.5:
dalla sua parte Verdi nom si vede mai, perfetta la sua partita sotto ogni punto di vista.
 
Marusic 6.5: le fasce pedalano e lui è sempre al posto giusto nel momento giusto, la partita passa tutta da qui.
 
(dall’89’ Patric: s.v.).
 
Parolo 6.5:
gli inserimenti e le incursioni sono il suo forte, soprattutto quando riesce ad affondare come un coltello caldo nel burro.
 
Leiva 6.5:
preziosissimo davanti alla difesa, stasera ha vita facile contro un Bologna mai realmente pericoloso.
 
Milinkovic 7:
solita prestazione di qualità e sostanza, il gol al 3' taglia le gambe all’avversario per tutti i primi quarantacinque minuti.
 
Lulic 6: buona prestazione condita da una bella rete e da uno sfortunato autogol che riapre il match.
 
(dal 64’ Lukaku 6: sostituisce un nervoso Lulic ma la musica non cambia anche se l’approccio è meno offensivo).
 
Luis Alberto 7: il vero faro degli undici di Inzaghi, dai suoi piedi nascono sempre dei pericoli. Regista formidabile.
 
(dal 72’ Nani 5.5: non riesce a garantire la stessa qualità di chi sostituisce, peccato perché la squadra ne risente).
 
Immobile 5.5:
sempre il solito infinito attaccante, stasera meno preciso del solito sbaglia un rigore e altre occasioni importanti.
 
 
Inzaghi 7: allenatore che ormai è una certezza, in campo mette la solita Lazio schiacciasassi.