4
Bologna-Lazio: 2-2
 
Strakosha 6: raccoglie due volte i pallone dal fondo della rete ma le colpe non sono sue, anzi, mette un paio di pezze importanti.

Felipe 5.5: partita complicata contro l’attacco del Bologna, poco reattivo sul cross di Orsolini per la testa di Krejci.

(dal 16’ s.t. Bastos 6: cambio precauzionale dopo il rosso a Leiva, si presenta con una gomitata a Svanberg e poco altro).

Acerbi 6: solita diga difensiva efficace anche nel far ripartire la manovra, prova attenta e determinata.

Radu 6: sul secondo gol dei padroni di casa ci pensa lui a mantenere Palacio in gioco, peccato perché per il resto la sua è una prova sufficiente.

Marusic 6: partita di sostanza e sacrificio, partecipa alle azioni offensive mantenendo però un occhio puntato alla difesa.

Milenkovic Savic 5.5: giornata difficile per il serbo che entra poco e niente in partita. Sicuramente lontano dal giocatore a cui siamo abituati.

Leiva 5.5: fondamentale per il gioco biancoceleste, mastino di centrocampo con piedi da trequartista. Si rovina da solo con due falli nel giro di pochi minuti che gli costano il cartellino rosso.

Luis Alberto 6: dai suoi piedi nascono sempre pericoli e infatti da un suo passaggio filtrante arriva l’assist per il secondo gol di Immobile.

Lulic 6: dalla sua parte il Bologna lascia molti spazi e lui ne approfitta, Orsolini se lo mangia in occasione del gol di Krejci ma lui si fa perdonare con un assist prezioso.
(dal 35’ s.t. Jony: s.v.)

Correa 5.5: cercato con continuità non riesce mai davvero ad accendersi, tanto da sbagliare il rigore che può permettere alla Lazio di vincere.

Immobile 7.5: incredibile stato di forma per lui, autore di una doppietta da vero top player. Oggi è davvero la definizione di bomber.

(dal 16’ s.t. Parolo 6: l’espulsione stravolge i piani di Inzaghi che lo inserisce per ridisegnare gli equilibri).
 

All. Inzaghi 6: subisce l’inizio arrembante dei padroni di casa ma i suoi rispondono colpo su colpo con la solita qualità e determinazione.