Calciomercato.com

Il derby è biancoceleste! Lazio-Roma 1-0: decide Zaccagni, Sarri è 2°

Il derby è biancoceleste! Lazio-Roma 1-0: decide Zaccagni, Sarri è 2°

  • Redazione CM
  • 531
Il Derby è biancoceleste. La Lazio si aggiudica per 1-0 – grazie alla rete firmata da Mattia Zaccagni - l’atteso match contro la Roma. Scatto fondamentale per gli uomini di Maurizio Sarri che riscattano l’uscita agli ottavi di finale di Conference League contro l’AZ Alkmaar ed allungano in classifica proprio sulla Roma e sul Milan – uscito sconfitto ieri sera per 3-1 contro l’Udinese – superando in classifica l’Inter – in attesa del Derby d’Italia contro la Juventus – ed agguantando la 2ª posizione in classifica. Un successo importante che proietta la Lazio in piena corsa per la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Roma che, invece, esce con le ossa rotte – complice anche l’espulsione alla mezz’ora occorsa ad Ibanez – e trova la seconda sconfitta consecutiva in campionato – dopo il 4-3 subito per mano del Sassuolo -. +5 sui giallorossi, +4 sui rossoneri. La lotta Champions entra sempre più nel vivo.

LA PARTITA - Match bloccato nei primi 10’ con poche emozioni da una parte all’altra del campo. La bolgia dei tifosi presenti all’Olimpico sembra intimidire i giocatori in campo, poco propositivi in fase offensiva. Il primo sussulto si ha poco dopo il quarto d’ora di gioco, grazie ad una conclusione dalla distanza di Wijnaldum, terminata alta. Immediata la risposta della Lazio con Felipe Anderson che perde l’occasione, calciando debolmente. Ci prova anche Zaccagni dalla lunga distanza ma Rui Patricio è attento. L’episodio chiave del primo tempo è l’espulsione di Roger Ibanez: il centrale di Mourinho interviene duramente su Milinkovic-Savic, pronto a ribaltare l’azione da difensiva ad offensiva. Ingenuità clamorosa, doppio giallo e cartellino rosso. Roma che è riasta quindi in 10 per più di un’ora. I biancocelesti tentano subito di alzare il livello del gioco ma i tentativi del centrocampista serbo e di Pedro non sortiscono gli effetti sperati. La tensione si accende sul finale di primo tempo con Marco Ianni e Nuno Santos – collaboratore di Sarri e preparatore dei portieri di Mourinho, rispettivamente – che vengono allontanati dalle panchine dopo un accenno di rissa, subito placcata dall’arbitro di Massa.

Nella seconda frazione, i biancocelesti sfruttano la superiorità numerica, schiacciando i giallorossi nella loro metà campo. La prima occasione è per Luis Alberto che, con un fendente terra-aria, impegna Rui Patricio, abile a deviare alto in calcio d’angolo. Ancora il numero 10 della Lazio è pericoloso al 57’, con una conclusione terminata fuori di almeno un metro alla sinistra dell’estremo difensore portoghese. Nel primo quarto d’ora è un vero assedio della formazione di Maurizio Sarri. L’assedio ha buon esito grazie a Mattia Zaccagni che sblocca il derby al 20’ della ripresa: tocco di punta di Felipe Anderson che prende di sorpresa Zalewski. Ne approfitta l’azzurro che con un preciso diagonale, batte Rui Patricio e manda in vantaggio la Lazio. Immediata la reazione della Roma che si vede annullata al VAR la rete del pareggio – autogol di Casale – a causa del fuorigioco di Smalling sulla punizione calciata da Pellegrini. Altra occasione per i giallorossi con Spinazzola che impegna Provedel con un pallonetto dal limite. Nel finale di partita, a nulla serve l’assedio degli uomini di Mourinho. La Lazio contiene e si porta a casa il Derby.

Altre notizie