1
Dopo il viaggio di rientro odierno la Lazio è tornata subito a lavorare a Formello. La vittoria contro la Lokomotiv Mosca ha permesso ai biancocelesti di certificarsi tra le migliori 16 squadre dell’Europa League. Ora però è tempo di pensare al campionato. Dopo il big match con la Juventus ne arriva un altro. La Lazio sarà ospite del Napoli in una trasferta diventata ormai tabù. L’ultima vittoria al “Maradona” (ex “San Paolo”) per i biancocelesti risale al 31 maggio 2015, quella che valse la qualificazione ai preliminari di Champions League. Da lì in 6 gare sono arrivate 5 sconfitte e un solo pareggio.

DOMANI LE PROVE ANTI NAPOLI – Un trend negativo sicuramente da invertire, ma per la preparazione tattica della partita bisognerà attendere domani. Nel tardo pomeriggio odierno si sono allenati a Formello solamente coloro che non hanno giocato in Russia o al massimo sono subentrati nella seconda frazione. L’unico ad essere gestito è stato Pedro, considerato alla stessa stregua dei titolari visto l’ingresso subito dopo l’intervallo. Assente ovviamente anche Marusic. Il terzino montenegrino attende domani la risposta all’ennesimo test molecolare effettuato.