Calciomercato.com

Lazio: Zarate e Lichtsteiner per 30 milioni

Lazio: Zarate e Lichtsteiner per 30 milioni

Il tesoro che non t’aspetti. Una somma che oscilla tra 28-30 milioni di euro. E’ quanto incasserebbe la Lazio se riuscisse a cedere Mauro Zarate e Stephan Lichtsteiner, ovviamente alle sole e uniche condizioni imposte dal presidente Claudio Lotito: 16-18 per l’argentino, 12 per lo svizzero. Non solo. A quei milioni ne andrebbero aggiunti almeno altri 8 che, da contratto, rappresentano la seconda rata che verserà a breve il City per la cessione dell’estate scorsa di Kolarov. Sommando il tutto verrebbero fuori circa 40 milioni di euro, se non di più. Un enorme tesoro che la società biancoceleste non esiterebbe ad investire sul mercato. Come del resto ha sempre fatto. La maggior parte dei tifosi della Lazio, si sa, non vorrebbe veder partire né Zarate né tanto meno Lichtsteiner. Probabilmente nemmeno la stessa Lazio. Anzi il desiderio di chi fa il tifo per la formazione biancoceleste è mantenere i più forti e mettere a disposizione di Edy Reja almeno altri tre giocatori che siano dello stesso livello, se non superiori di quelli attuali. Di solito i progetti si portano avanti in questo modo.

E’ altrettanto vero però che di soldi nelle casse laziali non ce ne sono molti. Tra i motivi principali il mancato ingresso in Champions League, ma un po’ pure l’avvicinamento del fair-play finanziario che impone a tutti i club, non solo alla Lazio, di non fare voli pindarici per non complicare i dati di bilancio. E’ altresì chiaro che i due, Zarate e Lichtsteiner, soprattutto l’argentino, non è che facciano di tutto per restare nella capitale. Anzi. E così, addetti ai lavori e procuratori lavorano dietro le quinte per risolvere la situazione e presentare, in questo caso, alla Lazio proposte importanti. Da mesi persone vicine a Lichtsteier, vedi Pastorello, hanno continui contatti con la Juve per tentare di intavolare una trattativa con la società di Formello. Domenica sera il presidente Lotito, appena terminata la gara di Lecce, ha avuto un pacato confronto con Licht dentro lo spogliatoio, dicendogli che se vuole andare via deve portare una squadra disposta a pagare l’intero valore della clausola rescissoria: 12 milioni di euro. Non un milione in meno. Altrimenti resterà alla Lazio con la possibilità di rinnovare. Su questo punto il patron è irremovibile. E pare proprio che non ci siano speranze di aprire trattative con la Juve per i vari Storari o Amauri. Se la Lazio sarà interessata a uno dei due o a entrambi, li tratterà ma senza inserire l’esterno svizzero. Discorso simile pure per Mauro Zarate. Nelle ultime due settimane l’argentino ha fatto irritare tifosi, ma soprattutto compagni e società per il suo atteggiamento. E poco importa che nell’ultimo giorno di allenamento Maurito abbia detto ai tifosi di voler restare. Il comportamento e i movimenti del suo nuovo procuratore (la prossima settimana si vedrà con Lotito) fanno pensare all’esatto contrario. Del resto l’ha confessato anche il capitano Tommaso Rocchi che Zarate avrebbe pochi stimoli a restare. La Lazio attende novità dal City per Licht o dalla Spagna per Zarate. Se ci saranno proposte importanti e vantaggiose le valuterà. Con 30-40 milioni di euro, il ds Igli Tare chiuderà con più facilità le operazioni con Cana e Lulic e si potrà concentrare su un grande attaccante e un grande centrocampista.

Altre notizie