L'allenatore del Guangzhou Evergrande, Marcello Lippi ha dichiarato in un'intervista a Tuttosport: "Tevez è un fenomeno unico in Italia e sta facendo benissimo, meglio che a Manchester. Mi ricorda Zidane e Nedved come rendimento, continuo da vero trascinatore. Lui potrebbe anche arrivare in Cina un giorno, ma di sicuro non troverebbe più me: il mio contratto al Guangzhou scadrà fra tre anni e lui di sicuro non accetterebbe di trasferirsi prima. Poi smetto di allenare, l'ultima mia panchina sarà quella del Guangzhou". 

"Vidal? Forse per chi legge serve fare chiarezza sulla sua situazione, ma all’interno del club e con Vidal la chiarezza c’è già di sicuro. Sì, la Juventus con il cileno è già stata di certo sufficientemente chiara. Anche ai miei tempi qualcuno aveva la testa calda. Del resto sono giovani, i calciatori. E ogni tanto qualche cavolata la fanno. Ma se rimane isolata, si può ripartire, dopo che i responsabili... giustamente... hanno pagato. Se il rendimento sul campo resta da grandi giocatori, ci può stare una cavolata ogni tanto. Credo che la chiarezza tra loro non sia in discussione. Se serve, una società come quella bianconera sa guardarti in faccia e dirti nel modo giusto, più efficace: tu sei un giocatore della Juve e qui rimani, non vai da nessuna parte. E non sono chiacchiere. Il futuro di Vidal è a Torino. E questo secondo me è già stato detto al cileno".