547
Il Portogallo batte il Ghana per 3-2 e mette in cascina i primi tre punti della campagna Mondiale: contro le Black Stars segnano Ronaldo su rigore (gol in 5 Mondiali diversi, è un record storico), Joao Felix e il milanista Leao, inutili i gol di André Ayew e Bukari.
 
LA PARTITA – E’ la gara di Ronaldo e lo si capisce subito: Zigi lo ferma in uscita, poi serve un intervento un po’ frettoloso dell’arbitro per annullare la rete del numero 7 svincolato. Il Portogallo flirta ripetutamente con il vantaggio ma non lo trova, permettendo a Kudus e Williams, nel frattempo, di rendersi pericolosi in contropiede. Nella ripresa, ecco l’episodio: Ronaldo giù in area, è rigore e conseguentemente gol del fenomeno lusitano che mette la firma sul suo quinto mondiale, uno in più del rivale di sempre Leo Messi. Le africane fino ad oggi non avevano ancora segnato in Qatar, quindi gara al sicuro? No, perché sull’ennesima percussione di Kudus è André Ayew a bucare Diogo Costa per il pareggio. Addo, ct ghanese, toglie Kudus e la sua squadra si scioglie: in pochi secondi segnano Joao Felix e Rafa Leao, al primo gol col Portogallo appena entrato in campo. Un uno-due che ammazza la partita e di fatto consegna alla squadra di Fernando Santos la testa del girone, nonostante il gol di Boukari tenga aperta la partita fino al fischio finale e uno scivolone clamoroso di Inaki Williams neghi al Ghana un facilissimo pareggio dopo un errore del portiere.