Tutto in gioco, fino all’ultima partita. Ancora cinque giornate al termine del campionato, 15 i punti a disposizione per definire le quattro squadre che rappresenteranno l’Italia nella prossima edizione della Champions League. Una, al momento, la certezza: la Juventus, da ieri aritmeticamente campione, è la prima formazione a tagliare il traguardo europeo. Il Napoli, secondo a +12 sul quinto posto (e con una gara da recuperare), è di fatto la seconda squadra qualificata. Dall’Inter, terza con 61 punti, alla Sampdoria, nona con 48, è tutto aperto, e il sabato pre pasquale ha ulteriormente mescolato le carte.

LA SITUAZIONE - Il pareggio tra Inter e Roma ha lasciato immutato il distacco di 6 lunghezze tra i nerazzurri, terzi, e i capitolini, quinti. Il punto conquistato dal Milan a Parma ha permesso ai meneghini di restare in solitaria al quarto posto, con un punto sulla Roma e tre su Atalanta, con una gara da recuperare domani a Napoli, e Torino, corsaro a Genova dopo il deludente pari casalingo con il Cagliari. E proprio Torino-Milan sarà scontro diretto chiave della prossima giornata. Ennesimo passo falso, invece, per la Lazio, sconfitta all’Olimpico dal Chievo già retrocesso. I biancocelesti non approfittano del pareggio del Milan e sono ora a 4 punti dal quarto posto. Ancora aritmeticamente in gioco la Sampdoria, crollata ieri a Bologna e distante così ben 8 punti dai rossoneri. Per i doriani più facile sognare un approdo in Europa League.

CALENDARIO - Tanti incroci, svolte possibili e auspicate, faccia a faccia decisivi. Per classifica e ambizioni degli avversari, la Roma sembra avere il percorso più agevole (unica grande insidia la Juventus all'Olimpico alla 36esima). Il Milan ha le ultime due giornate sulla carta più semplici, con Frosinone (che potrebbe essere già retrocesso) e Spal (forse già in salvo), ma dovrà giocare in trasferta con Torino e Fiorentina, due campi a dir poco difficili. Molte delle ambizioni Champions dell'Atalanta passeranno dalla partita di domani contro il Napoli: dovesse far punti, sarebbe ancor più lanciata. Ha comunque, la banda Gasperini, due partite difficili con Lazio e Juventus. Il Torino di Mazzarri ha un calendario complesso ma affascinante: Milan, il derby con Allegri e all'ultima la Lazio. I biancocelesti, già distanti 4 lunghezze dalla quarta piazza, non hanno un percorso impossibile: dovessero far risultato con Sampdoria e Atalanta (entrambe in trasferta), tornerebbero prepotentemente in corsa. Ecco nel dettaglio il calendario di tutte le squadre impegnate nella corsa Champions (in maiuscolo le partite in trasferta).

NAPOLI (2° POSIZIONE, 67 PUNTI):
  • 33: Atalanta; 34: FROSINONE; 35: Cagliari; 36: SPAL; 37: Inter; 38: BOLOGNA
INTER (3° POSIZIONE, 61 PUNTI):
  • 34: Juventus; 35: UDINESE; 36: Chievo; 37: NAPOLI; 38: Empoli
MILAN (4° POSIZIONE, 56 PUNTI):
  • 34: TORINO; 35: Bologna; 36: FIORENTINA; 37: Frosinone; 38: SPAL
ROMA (5° POSIZIONE, 55 PUNTI):
  • 34: Cagliari; 35: GENOA; 36: Juventus; 37: SASSUOLO; 38: Parma
ATALANTA (6° POSIZIONE, 53 PUNTI):
  • 33: NAPOLI; 34: Udinese; 35: LAZIO; 36: Genoa; 37: JUVENTUS; 38: Sassuolo
TORINO (7° POSIZIONE, 53 PUNTI):
  • 34: Milan; 35: JUVENTUS; 36: Sassuolo; 37: EMPOLI; 38: Lazio
LAZIO (8° POSIZIONE, 52 PUNTI):
  • 34: SAMPDORIA; 35: Atalanta; 36: CAGLIARI; 37: Bologna; 38: TORINO
SAMPDORIA (9° POSIZIONE, 48 PUNTI):
-        34: Lazio; 35: PARMA; 36: Empoli; 37: CHIEVO; 38: Juventus