Calciomercato.com

Mancini: 'Svizzera da prima fascia, creerà problemi. Zaniolo? All'Europeo sicuro, spero di averlo già a marzo'

Mancini: 'Svizzera da prima fascia, creerà problemi. Zaniolo? All'Europeo sicuro, spero di averlo già a marzo'

Al termine del sorteggio per i gironi di qualificazione a Qatar 2022, che ha abbinato l'Italia a Svizzera, Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania, Roberto Mancini è intervenuto a Sky: "Siamo a quattro mesi dall'inizio, è prematuro giudicare. La Svizzera è una squadra ostica, la incontreremo anche agli Europei, sarebbe potuta essere una testa di serie, mentre le altre sono più abbordabili. Nel gruppo a volte si vince per 1-2 punti, le partite vanno affrontate tutte con la massima concentrazione". 

SUL PERCORSO DELL'ITALIA - "Sono molto felice, anche perché il lavoro è stato fatto da me, dallo staff ma soprattutto dai giocatori, che hanno fatto vedere ciò che sanno fare. Hanno creato un gruppo straordinario, abbiamo raggiunto obiettivi importanti in poco tempo".

SULLA SQUADRA - "Sono contento che i tifosi si siano riavvicinati alla Nazionale e la vedono volentieri. È una cosa bella, per me è un orgoglio". 

SULLA SVIZZERA - "Prima all'Europeo o nelle qualificazioni a marzo? Non credo ci sia grande differenza, penso che la Svizzera sia un'ottima squadra, ci creerà problemi, ma anche loro penseranno lo stesso (ride, ndr). Incontrarla a marzo o a settembre non fa differenza".

SU ZANIOLO - "Spero di averlo già per le qualificazioni di marzo, saranno passati sei mesi. È un ragazzo giovane e forte, non deve forzare nulla. Spero di averlo a marzo, altrimenti lo avremo sicuramente per l'Europeo". 

SUL BEL GIOCO - "Si è creato un forte senso di appartenenza. I ragazzi hanno un buon feeling tra loro, lo hanno avuto da subito".

SUL RUOLO DI CT - "Anche a me manca non poter lavorare ogni giorno. Non vedo l'ora che arrivino le partite per poter lavorare e stare con i giocatori. Siamo riusciti a trovare tanti giocatori con un livello qualitativo molto alto, abbiamo fatto un lavoro tecnico-tattico".

SULL'EUROPEO - "Noi andiamo per vincere, mica per arrivare secondi. Sappiamo che a volte in un torneo così puoi fare benissimo e poi essere eliminato ai rigori, come nel '90. Quel che è sicuro è che noi partiamo per vincere l'Europeo". 

SU LOCATELLI - "A centrocampo siamo messi molto bene, abbiamo tanti giocatori bravi. Con noi ha debuttato in Olanda facendo una partita pazzesca, ma ci sono anche Sensi, Pellegrini, Castrovilli, Cristante, Tonali... Locatelli può giocare anche da playmaker. A parte Jorginho, che fa solo quel ruolo, gli altri possono fare tutti i ruoli, qualcuno anche l'esterno d'attacco". 

SUI 23 PER L'EUROPEO - "Non sarà semplice. La squadra per l'Europeo sarebbe già stata fatta se avessimo giocato a giugno, erano quelli che si erano qualificati. Ora sono venuti fuori tanti altri giocatori, valuteremo a maggio, sperando di poter scegliere tra tutti senza infortuni".

SULLE RIVALI ALL'EUROPEO - "Ci sono squadre più preparate di noi. La Francia è Campione del Mondo, il Portogallo è campione in carica, Spagna e Olanda sono grandi squadre, come il Belgio, dove giocano insieme da tanti anni. Abbiamo ancora sei mesi per migliorare, l'obiettivo è andare a fare il meglio".

SULL'IDENTITA' DI GIOCO - "Siamo stati molto orgogliosi e felici del fatto che in Italia l'Olanda ha messo un difensore in più. Ci avevo sempre criticato che noi all'estero andavamo per difenderci e basta. A volte siamo andati in difficoltà, capiterà ancora, ma abbiamo una nostra identità".

SU IMMOBILE - "Parliamo della Scarpa d'oro di quest'anno. Quando gioca con noi gioca sempre bene. In Olanda ha fatto una partita pazzesca, è chiaro che nel suo club un giocatore renda di più, si conoscono meglio. In Nazionale siamo felici di lui, Belotti, Kean e gli altri che abbiamo".

SU CHIESA E BERNARDESCHI - "Tutti e due possono fare l'esterno sia a destra che a sinistra. A volte Bernardeschi potrebbe fare anche il finto centravanti". 

SU KEAN - "Kean ha debuttato con noi l'anno scorso, facendo 3-4 gol. Le volte che non è partito titolare è stato per problemi fisici, ma può fare il centravanti. Ha qualità fisiche e di velocità, può fare anche l'esterno, per noi è un giocatore importante".

Altre notizie