Diego Armando Maradona torna sulla delusione mondiale dell'Argentina: "Pretendevano che Messi risolvesse tutto da solo, ma passava la palla a Biglia o a Enzo Perez e gli tornava indietro qualcosa di ingiocabile. La storia passa per la qualità dei dirigenti e l'Argentina è alla deriva. Va creata una squadra, anzitutto dirigenziale, con gente che sappia di calcio: ci sono molti dirigenti a cui tiri la palla e te la ridanno con la mano... Mi sento con Davor Suker, mio ex compagno al Siviglia: è il presidente della Federcalcio croata, ha un gran rapporto con i suoi giocatori, ha una squadra pronta a dare tutto in campo e infatti sono in finale".