693
Mauro Icardi continua nell'attesa. Si è blindato dietro il suo muro, silenzioso ma sorridente, convinto di quello che sta per succedere. Con il Napoli è calato il gelo dopo giorni di dribbling alla proposta importante di Aurelio de Laurentiis che aveva già un accordo con l'Inter per 65 milioni di euro senza Milik nell'operazione; il presidente si è stancato di aspettare Icardi, l'argentino continua a sperare di poter rimanere all'Inter e giocarsi le sue carte, la società e Antonio Conte hanno tutt'altra idea. Di certo, la pista Napoli adesso diventa complessa perché da Mauro non ci sono segnali.


L'AVVISO ALLA JUVE - L'alternativa reale alla strana permanenza in nerazzurro per Icardi è sempre e soltanto la Juventus, da mesi e non da oggi. Fino a questo momento, non è partita alcuna trattativa reale o alcuna offerta da Fabio Paratici all'indirizzo dell'Inter. Attesa per le cessioni e poi assalto? Potrà anche essere, lo scenario rimane valido, ma dalla società nerazzurra filtra una versione molto chiara. L'Inter mantiene il prezzo alto per Icardi, se la Juve vorrà fare un'offerta negli ultimi giorni di mercato per ottenere uno sconto sbaglia eccome. L'Inter infatti pretenderà una cifra ancora più alta rispetto ai 65 milioni promessi a Roma e Napoli: serviranno almeno 70 milioni in quel caso per portarlo in bianconero, nessun saldo da ultimi giorni di agosto o da inizio di settembre. E - soprattutto - i club non hanno avviato al momento alcuna trattativa, non si parlano. La contromossa di una guerra di posizione che continua. Con Icardi che resterebbe più che volentieri, e la Juventus avvisata...

  Ascolta "Marotta duro con la Juve: niente saldi per Icardi" su Spreaker.