Il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, ha parlato ai microfoni di Premium Sport per presentare la sfida che vedrà i bianconeri affrontare l'Atalanta nel recupero della gara rinviata per neve e valida per 26esima giornata di campionato.

RINNOVO - "Rinnovo? Siamo un gruppo di lavoro all'interno del quale c'è una grande stima. Le scadenze sono cose formali, la società ha rinnovato la fiducia a tutti noi, esistono tutti i presupposti per continuare a fare grandi cose".

PRESIDENZA FIGC - "Ritengo di non aver ancora ultimato la mia esperienza qui. Quello può essere il coromanento di un sogno, ma non è un discorso a medio termine. Godo della stima del presidente Agnelli, con Nedved e Paratici abbiamo creato un modello di rifermiento importante. Poi, il sogno FIGC si potrà realizzare più avanti".

BUFFON - "Buffon? Del suo futuro abbiamo parlato tanto, ma conta quello che ha detto lui. Per ora è concentrato sul finale di stagione, poi verranno fatte delle considerazioni".

L'ATALANTA - "Bisogna giocare con determinazione e grandi motivazioni, il mister oggi ha modificato qualcosa e credo che abbia ragione avendo studiato l'avversario".

LE POLEMICHE SUL VAR - "Noi fin dall'inizio ci siamo sempre detti favorevoli al VAR. Già in questo campionato di errori ne sono stati eliminati tanti. Credo anche molto nella centralità dell'arbitro e in Italia siamo tra i più preparati. Credo che si debba continuare ad utilizzare la tecnologia. Certo ciò che inizia a mancare è il romanticismo, l'emozione del gol, è l'unico aspetto negativo".