159
L'amministratore delegato dell'Inter Beppe Marotta, ha parlato a Dazn prima del match contro l'Atalanta: “Supercoppa? Per noi è stata una grande soddisfazione, una gioia immensa per noi come club e squadra. Però una grande squadra deve aver la forza per mettere in archivio questo trofeo e pensare alla partita di stasera. Questa è la grande forza che dobbiamo avere stasera. Sanchez lo conosciamo benissimo, sappiamo benissimo qual è il suo modo di agire, pensare, fare. Fa parte della sua comunicazione, l’importante è che faccia il suo massimo in campo”.

L’amico che ieri cercava Dybala era lei?
“Di sicuro no, ero a casa. La domanda è molto rispettosa, dico che quando un giocatore della caratura di Dybala si avvicina a uno svincolo è normale che venga accostato a questo o quel club. Però noi abbiamo un reparto offensivo composto da quattro attaccanti molto forti, siamo a posto”.
.
Lei è il re dei parametri zero.

“Monitoriamo sempre le opportunità di mercato, però nel reparto offensivo siamo soddisfatti ed è giusto portare rispetto ai nostri attaccanti. Di loro Inzaghi è molto contento”.
Crede che un certo status sia passato dalla Juventus all'Inter?
“Penso che più che altro sia cambiato l’approccio con la vittoria. Aver vinto un campionato e una Supercoppa fa sì che gli obiettivi vengano vissuti in modo più intenso e serve come biglietto da visita per i giocatori che vogliono venire qui”.

A che punto è il suo rinnovo?
“Abbiamo già raggiunto l’accordo, anche se l’annuncio arriverà al momento giusto. Sono felice di essere in uno dei migliori club al mondo”.