137
Alla voce 'gol fatti' sulla casella della Juventus si legge: 34, in campionato. E' il peggior attacco tra le prime sette insieme a quello della Fiorentina. La differenza con l'Inter - la squadra che ha segnato di più - è di 17 reti. Lì davanti qualcosa non funziona, e se n'è accorta anche la società, I dirigenti sono al lavoro per provare a sistemare la situazione in vista della seconda parte di stagione, a caccia di quell'attaccante che possa regalare qualche gol in più ad Allegri. 

PISTA MARTIAL - Uno dei profili che stanno valutando in casa bianconera è quello di Anthony Martial, da 7 anni al Manchester United ma in questa stagione, finora, ha totalizzato appena dieci presenze e un gol partendo quasi sempre dalla panchina. Dopo il pareggio dei Red Devils con l'Aston Villa c'è stato un duro botta e risposta a distanza tra l'attaccante francese e Rangnick: 'Martial non era presente perché non voleva essere della squadra" ha detto l'allenatore nel post partita. Pronta la risposta dell'ex Monaco con una storia Instagram: "Non rifiuterò mai di giocare una partita con il Manchester United. Sono qui da sette anni e non ho mai mancato di rispetto né club,né ai tifosi”.
LE ALTERNATIVE - Né troppo esterno, né attaccante centrale. Con l'infortunio di Chiesa e la caccia a una prima punta, Martial potrebbe diventare una via di mezzo da schierare sia sulla fascia che al centro. Alla Continassa valutano e riflettono, senza escludere anche la pista prima punta: il nome caldo è sempre quello di Mauro Icardi per il quale proseguono i contatti, i bianconeri prendono tempo su Aubameyang e le piste Vlahovic e Scamacca rimangono sempre complicate.