L'attaccante del Milan Jeremy Menez ha rilasciato un'intervista alla radio francese RMC e, oltre a perorare la causa di Karim Benzema per una convocazione con la Francia al prossimo Europeo a dispetto dei risvolti del caso Benzema, ha parlato della sua situazione nel club rossonero, del rapporto con Sinisa Mihajlovic e del suo futuro. Il fantasista francese ha un contratto fino a giugno 2017, ma ha lasciato intendere nelle settimane passate di essere pronto a valutare il suo futuro qualora dalla Premier League o dalla Cina tornassero a farsi avanti i club che recentemente hanno manifestato un certo interesse.

"Com'è il mio rapporto con Mihajlovic? E' normale. Lui è un bravo allenatore, io faccio il giocatore. Lui è responsabile delle scelte per il bene della squadra e io devo rispettarle", ha risposto Menez ridendo, in riferimento all'episodio verificatosi nell'ultimo match di campionato con la Lazio, quando in un primo momento aveva rifiutato l'ingresso dalla panchina. "Ora mi sento bene, non ho più dolore alla schiena e vorrei giocare di più da qui al termine della stagione per aiutare la squadra a qualificarsi all'Europa League e tornare in buone condizioni fisiche per esprimermi al livello". Infine, una battuta sul futuro: "Mi trovo bene al Milan, ma nel calcio non si può mai dire cosa succederà".