64
I prossimi giorni saranno determinanti per capire se Gianluigi Donnarumma farà parte del Milan 2020/2021 o sarà messo sul mercato per non correre il rischio di perderlo a parametro zero tra dodici mesi. La priorità del club è trovare un accordo per il rinnovo di contratto e la volontà del giocatore, ad oggi, è quella di restare a Milano. 

RAIOLA ASPETTA L'OFFERTA - Nei giorni scorsi Mino Raiola è stato a Milano per alcuni incontri di mercato ma al momento non ha ricevuto una chiamata dal Milan per il rinnovo di Donnarumma o per quello di Ibrahimovic. Dalla proprietà è arrivato il via libera ai dirigenti per iniziare a trattare con l'agente del portiere campano, ma tutto sarà posticipato alla prossima settimana, complice la trasferta di Roma contro la Lazio prevista per sabato sera. 

SERVE UN'ACCELERATA - Il Milan è consapevole che la negoziazione con Raiola non sarà semplice e servirà del tempo per arrivare a un accordo. Il CEO rossonero Ivan Gazidis è chiamato al primo vero grande esame da quando ha ampliato la sua influenza anche all'area sportiva in seguito all'allontanamento di Zvonimir Boban. Troppe le questioni da affrontare con i rappresentanti di Donnarumma: la questione ingaggio, la possibile introduzione di una clausola rescissoria e le durata del contratto che non dovrebbe essere di ampio respiro (possibile scadenza 2023). Ecco perché il Milan deve passare dalle intenzioni ai fatti: serve un'accelerata, Donnarumma attende un segnale forte e chiaro.