105
Ha bisogno di punti il Milan, per rialzare la testa, cancellare il derby e non rischiare di restare nell'anonimato. Ha bisogno di punti Marco Giampaolo, allenatore dei rossoneri che dopo sole 4 partite si sta già giocando la panchina. 2 sconfitte, 2 vittorie di misura, un gioco che ancora non c'è e i nuovi tenuti in panchina: la dirigenza non è contenta. 

TABU' TORINO - Servono punti, quindi. Ma non sarà facile. Domani, infatti, i rossoneri sfidano il Torino, squadra ostica e bisognosa, anche lei, di una vittoria dopo due ko. E poi ci sono i precedenti, sia per il Milan che per Giampaolo. Partiamo da Romagnoli & co: il club milanista non vince a Torino da 7 anni. L'ultima volta c'era Allegri in panchina, e il poker rifilato ai granata porta le firme di El Shaarawy, Pazzini, Robinho e Nocerino. Poi 5 pareggi e una sconfitta.

MAZZARRI BESTIA NERA - Infine, Giampaolo contro Mazzarri. Il tecnico abruzzese ha vinto contro Allegri, contro Spalletti, contro Gasperini, contro Ancelotti, ma mai contro Mazzarri. 9 precedenti, 0 vittorie, 4 pareggi e 5 vittorie per il toscano. E i gol? 8 reti realizzate dalle squadre di Giampaolo, 18 da quelle di Mazzarri. Ah, e l'anno scorso la Samp dell'attuale tecnico milanista ha perso 4-1 a Genova e 2-1 a Torino contro i granata. Il Milan ha bisogno di punti, Giampaolo anche. Ma il passato non fa ben sperare.