131
Lavori in corso per il nuovo Milan. Con una serenità ritrovata e una convinzione totale, il club si è ricompattato dopo la scelta di andare avanti con Stefano Pioli, la dirigenza lavora sul mercato. In queste ore infatti il Milan sta preparando la sua prima offerta per Tiemoué Bakayoko, entusiasta di poter tornare in rossonero perché rimasto legatissimo al club, all'ambiente e ai tifosi con tanto di visita nel derby di febbraio scorso nella pancia di San Siro. Segnali forti diventati trattativa, per la gioia di Tiemoué. Tutto questo mentre il club ha rallentato sui nomi di Dusan Vlahovic e Lucas Torreira, entrambi graditi da tempo ma non ritenuti prioritari in questa fase del mercato. Non in cima alla lista oggi, per il Diavolo.


Ascolta "Milan, bloccati due affari e c'è la prima offerta per Bakayoko: le condizioni" su Spreaker.

I DETTAGLI - Per Bakayoko invece fin qui non si è discusso di riduzione dello stipendio ma lato giocatore non ci sono problemi, intanto il Milan farà un primo tentativo col Chelsea per provare ad ottenere il centrocampista con la formula del prestito. Qualora fosse questa la condizione base dell'operazione, chiaramente andrebbe incluso un diritto di riscatto a cifre alte, anche oltre i 30 milioni di euro con un prestito oneroso intorno ai 3 milioni da pagare subito ai Blues. I club hanno iniziato a parlarne tramite un intermediario, il Milan ci proverà con questa opzione mentre la preferenza del Chelsea è per la cessione definitiva del giocatore. Ma le sensazioni sono di un affare concreto, su cui si può continuare a trattare e lavorare nei prossimi giorni.