167
Fra le situazioni sulle quali sta lavorando la coppia formata da Paolo Maldini e Frederic Massara c'è anche quella che riguarda la fascia destra del Milan. Occhi puntati quindi su Davide Calabria e Diogo Dalot, entrambi con un futuro rossonero da definire, con la volontà del club e di Stefano Pioli di lavorare per dare continuità al lavoro fatto fino a questo momento su ambo i fronti.

DA CALABRIA... - Per quanto riguarda Calabria, in scadenza di contratto con il Milan il 30 giugno del 2022, siamo alle prove d'intesa per il rinnovo, con l’intenzione del club di blindare il classe 1996 in vista del futuro. La trattativa per il rinnovo va avanti da diversi mesi, con l'ultimo contatto settimana scorsa, un summit a Casa Milan tra Massara, Maldini e i rappresentanti del terzino. L’offerta del Milan è di un quinquennale a 2 milioni di euro a stagione e per il momento non si è spostata da questi parametri. La richiesta del giocatore, di contro, è superiore e al momento non c'è intesa neanche sulla durata del contratto. Fumata grigia, quindi, con la prospettiva di un nuovo incontro per rivalutare la situazione. 

...A DALOT - Capitolo Dalot. Il terzino portoghese ha ben impressionato nella sua prima stagione in rossonero, tanto che Maldini ha già recapitato una prima proposta al Manchester United, detentore del cartellino del portoghese. L'offerta rossonera è per un prestito con diritto di riscatto, mentre il Man United vorrebbe inserire l'obbligo per il Milan di riscattare il classe 1999 portoghese. La trattativa per il momento è ferma alle discussioni sulla formula, e non si è ancora entrati nello specifico delle cifre (con il Manchester United comunque orientato a chiedere non meno di 18 milioni di euro). Anche in questo caso, quindi, situazione di stallo e nuovi incontri in vista, aspettando comunque la fine degli Europei.