435
Il Milan vuole ripartire da Sandro Tonali. Paolo Maldini e Frederic Massara sono convinti che il talento classe 2000 rappresenti il futuro del club rossonero, il giudizio non può essere definitivo considerando le normali difficoltà che può incontrare un giovane alla sua prima stagione in una big. Ma nelle ultime ore il Diavolo sta maturando l’idea di provare ad avere un nuovo confronto con il Brescia per provare a cambiare le condizioni relative al riscatto. 

Ascolta "Milan, cambio di strategia su Tonali: la verità sulle cifre" su Spreaker.

NUOVA STRATEGIA - La scorsa estate il Milan aveva dato garanzie al Brescia sul riscatto di Tonali. Per questo le Rondinelle avevano concesso il centrocampista in prestito con diritto di riscatto, accettando di non inserire l’obbligo di acquisto del cartellino. Il club di via Aldo Rossi aveva versato 10 milioni, mentre per il riscatto è stato pattuito un prezzo di 15 milioni. Nell’accordo previsti anche ulteriori 8 milioni di bonus. Un’operazione complessiva da 33 milioni. L’obiettivo di Paolo Maldini è quella di ottenere uno sconto, magari dilazionando la spesa. Nei prossimi giorni è previsto un summit con il presidente del Brescia Massimo Cellino per provare a trovare una nuova intesa. In caso contrario, il Milan ultimerà comunque l’operazione per Sandro Tonali.