267
Non è più una sorpresa ma una solida realtà il Milan di Stefano Pioli. Una squadra che viaggia a ritmi sostenuti, che non molla mai e supera brillantemente ogni difficoltà merita la fiducia e il sostegno della proprietà. Che intende garantire il massimo sostegno possibile al lavoro di Frederic Massara e Paolo Maldini sul mercato seguendo un pensiero condiviso da tutte le componenti societarie: sì a degli innesti a patto che non vadano a stravolgere l'equilibrio dello spogliatoio.

SIMAKAN SOTTO L'ALBERO - I regali sotto l'albero di Natale del Milan potrebbero essere tre, ovvero uno in ogni reparto. Il quadro economico globale non è facile e quindi non sono in programma investimenti particolarmente onerosi. La crescita di Kalulu è stata la più bella sorpresa del mese di dicembre ma non cambia la volontà di inserire un nuovo difensore in organico anche in previsione del possibile addio di Mateo Musacchio e la bocciatura di Leo Duarte. Ecco che allora il primo regalo per Stefano Pioli potrebbe rispondere al nome di Mohamed Simakan, poliedrico difensore classe 2000 in forza allo Strasburgo. C'è già una bozza di accordo con l'agente del ragazzo per un contratto quinquennale. La prima offerta rossonera al club francese è di 15 milioni di euro tra parte fissa e bonus, c'è grande fiducia per raggiungere presto un'intesa definitiva anche se c'è ancora un leggera distanza.
A.A.A CERCASI OPPORTUNITA' - Milan vigile sul mercato, dicevamo, alla ricerca di opportunità interessanti da cogliere al volo. Le prestazioni offerte da Ante Rebic e Rafael Leao stanno convincendo la società a non investire sul vice-Ibrahimovic a gennaio ma rimandare il discorso alla prossima estate. Tradotto in parole povere: non c'è la volontà di destinare gran parte del budget all'arrivo di un centravanti. Da scartare le piste che portano a Gianluca Scamacca del Sassuolo e Arek Milik del Napoli, piacciono Luka Jovic e Memphis Depay a patto che i rispettivi club decidano di cederli a prezzi di saldo e che le richieste d'ingaggio non sia quelle ventilate nelle ultime ore. Ma attenzione che la porta resta comunque socchiusa e se dovesse presentarsi l'occasione di arrivare a un giovane di talento (Malen del Psv per esempio) Paolo Maldini si farà trovare pronto. In cantiere c'è anche una possibile sorpresa a centrocampo: piace molto Boubakary Soumarè del Lille, resiste la candidatura di Andrè Anguissa del Fulham e si valutano diversi profili del campionato francese.